Livorno, 10 agosto 2017 - Possente, veloce, forte di testa e con il senso del gol. Lamin Jawo è entrato prepotentemente nelle mire del Livorno. L’attaccante gambiano in forza al Carpi (classe 1995) potrebbe presto vestire la maglia amaranto e la trattativa è ben avviata con il club emiliano. La prestazione in Tim Cup di Jawo è rimasta ben impressa negli occhi dei dirigenti del Livorno e visto che il Carpi ha messo gli occhi su Andrea Gasbarro ecco che è partito subito l’assalto al giovane attaccante centrale. Si lavora a uno scambio, con il gambiano pronto a venire alle dipendenze di sottil e il difensore che potrebbe tornare a giocare in B. La conclusione dell’operazione potrebbe arrivare già in settimana, ma se Gasbarro dovesse partire verso altri lidi allora i tempi si allungherebbero un po’. L’arrivo di Jawo rappresenterebbe un bel colpo per il Livorno e a beneficiarne sarebbe anche la campagna abbonamenti che finora è stata un po’ fiacca (poco più di mille quelle sottoscritte). Il tutto mentre a una ventina di chilometri da qui l’entusiasmo è a livelli altissimi nonostante la retrocessione dello scorso anno. Un paio di colpi di qualità sono in canna e aiuteranno senz’altro la campagna abbonamenti a decollare.

SISTEMATA questa operazione, il Livorno si concentrerà poi sull’arrivo di un trequartista vero e di un difensore, che molto probabilmente scenderà da Genova, sponda Sampdoria. Si sta infatti intensificando il legame con la società blucerchiata dopo l’operazione Ponce. Nel mirino potrebbe esserci Maxime Leverbe, 20 anni, francese di stazza appena passato in prima squadra dalla Primavera. Intanto un colpo importante il Livorno lo ha piazzato in casa propria, facendo firmare a Gabriele Morelli un contratto quinquennale. L’esterno destro è un patrimonio della società, è piaciuto subito a Sottil e ai nuovi dirigenti che non hanno perso tempo decidendo di blindare il gioiellino amaranto. Morelli, classe ’96, da due anni è stato promosso in prima squadra: il primo anno fu messo fuori causa da un brutto infortunio, mentre nella passata stagione dopo aver giocato buona parte del girone d’andata è stato impiegato inspiegabilmente con il contagocce. Il possente esterno, che se l’è cavata bene anche da centrale, farà dunque parte dell’ossatura del Livorno ancora per molto.

LA SOCIETÀ, invece, sta lavorando a un altro progetto, questo dedicato soprattutto ai tifosi. Allo studio c’è infatti la realizzazione di una terza maglia che dovrebbe essere «fotonica». Di certo non sarà né gialla (per volere del presidente Aldo Spinelli) né verdolina. Vedremo che sorpresa sarà riservata ai tifosi... Intanto è slittata a domani la compilazione dei calendari, visto che il Rende ha presentato il ricorso contro il provvedimento che vede questi ultimi estromessi dalla terza serie; per questo la Lega Pro ha informato che la cerimonia della presentazione dei calendari, originariamente prevista per oggi alle 18 a Pescara, è stata spostata a domani, venerdì 11, alla stessa ora. Oggi alle 18, invece, ci sarà il debutto della Berretti di Pagliuca a Cenaia.