Non si è spenta ancora l’eco del dolore per la morte di Andrea Matteucci (per gli amici Gas), vittima di un incidente stradale avvenuto domenica notte tra via dei Pensieri e via Machiavelli, che già ieri mattina si è corso il rischio che la tragedia si ripetesse in via della Cinta Esterna all’altezza della nuova sede del Mercatino Americano. Qui un’auto è finita contro uno scooter. Erano le 7-45. In sella c’era una donna di 49 anni. Nel violento urto è finita contro il parabrezza dell’auto ed è...

Non si è spenta ancora l’eco del dolore per la morte di Andrea Matteucci (per gli amici Gas), vittima di un incidente stradale avvenuto domenica notte tra via dei Pensieri e via Machiavelli, che già ieri mattina si è corso il rischio che la tragedia si ripetesse in via della Cinta Esterna all’altezza della nuova sede del Mercatino Americano. Qui un’auto è finita contro uno scooter. Erano le 7-45. In sella c’era una donna di 49 anni. Nel violento urto è finita contro il parabrezza dell’auto ed è rovinata a terra. Subito sono scattati i soccorsi: il 118 ha inviato sul posto l’altro, buona della Pubblica Assistenza con il medico. La donna è stata immobilizzato e trasportata al pronto soccorso in codice rosso. Ha riportato più traumi però non è in pericolo di vita. Intanto proseguono le indagini della polizia municipale sull’incidente che è costato la vita ad Andrea. E rimane agli arresti domiciliari la giovane di 22 anni che è finita con la sua auto contro lo scooter di Andrea alle undici domenica notte in via dei Pensieri. È accusata di omicidio stradale aggravato perché trovata positiva all’alcol test. L’udienza di convalida si terrà domani o dopodomani davanti al Gip. Intanto ieri pomeriggio i genitori di Gas si sono passati in via Allende, dopo aver saputo che lì si erano radunati alle 17 i compagni di scuola, di squadra (nuoto e atletica) e tutti gli altri amici del figlio. Si sono dati appuntamento in via Allende per un abbraccio corale a Gas. "Il soprannome gli era stato dato perché era un ragazzo sempre brillante e attivo, - ricorda Giovanni Giannone delegato provinciale del Coni e presidente della Libertas Atletica - aveva una marcia in più. Era nella mia società perché dal nuoto tre anni fa era passato all’atletica leggera. Era il nostro orgoglio". Intanto la salma di Andrea è stata restituita alla famiglia e sarà esposta da oggi in tarda mattinata al Cimitero della Misericordia. Il funerale dovrebbe essere previsto per domani mercoledì 1° luglio. Sempre questo fine settimana è proseguito il lavoro degli agenti della polizia municipale per contrastare le violazioni del codice stradale. Hanno infatti elevato 199 contravvenzioni sul lungomare e sul Romito 4 delle quali per eccesso di velocità rilevata dall’autovelox. Tra sabato e domenica, fa sapere la polizia municipale, almeno una quarantina di conducenti sono stati multati perché avevano parcheggiato tra Calafuria e Calignaia in senso contrario. Chi lo fa compie una manovra molto pericolosa già causa di gravi incidenti anche mortali.

Monica Dolciotti