Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

"Aperto il confronto con gli studenti"

L’azienda spiega poi che le risposte saranno discusse al tavolo tecnico con Regione e Provincia

I servizi scolastici sono considerati deficitari per alcuni collegamenti: Autolinee Toscane. si dichiara disponibile al confronto con gli studenti
I servizi scolastici sono considerati deficitari per alcuni collegamenti: Autolinee Toscane. si dichiara disponibile al confronto con gli studenti
I servizi scolastici sono considerati deficitari per alcuni collegamenti: Autolinee Toscane. si dichiara disponibile al confronto con gli studenti

Autolinee Toscane risponde alle osservazioni degli studenti sulla scarsa qualità e le poche corse del servizio di trasporto pubblico utilizzato per raggiungere le sedi delle scuole. Le maggiori criticità manifestate in occasione dell’assemblea convocata dalla Consulta provinciale degli studente, riguardano i collegati fra i centri minori e Livorno e quelli dell’isola d’Elba. "Negli ultimi mesi, da quando Autolinee Toscane ha assunto la gestione del servizio di trasporto pubblico, è giunta solo una richiesta di confronto da parte della Consulta provinciale degli studenti - precisa il gestore del servizio di trasporto pubblico - con la società stessa che tuttavia ha deciso di confrontarci preventivamente con le istituzioni alle quali fa capo il servizio, ovvero Regione e Provincia di Livorno.

Infatti le richieste della Consulta degli studenti hanno già visto l’avvio di una analisi tecnica lo scorso 13 aprile presso l’amministrazione provinciale. In quella sede sono state elaborate già alcune risposte, che verranno discusse poi al tavolo tecnico (con Regione e Provincia) che è stato convocato entro i primi quindici giorni di maggio". Sempre Autolinee Toscana aggiuge: "Naturalmente se dopo quella data la Consulta degli studenti avesse bisogno di un incontro specifico con Autolinee Toscane, siamo pienamente disponibile a concordare una data".All’assemblea di giovedì i rappresentanti degli studenti avevano lamentato la scarsità di corse e di mezzi, spesso in condizioni obsolete. La mancanza di armonizzazione degli orari dei bus con quelli dei treni per i pendolari. E la riduzione all’osso del servizio all’isola d’Elba dove, fuori dagli orari scolastici, non ci sono altre corse per cui i giovani senza patente o mezzi propri, non posso spostarsi dai luoghi di residenza per le attività extra-scolastiche.

M.D.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?