Traffico a Livorno
Traffico a Livorno

Livorno, 13 maggio 2021 - Approvato in Consiglio Comunale, dopo un lungo iter di elaborazione durato più di un anno e mezzo, il Piano Urbano della Mobilità Sostenibile: 19 sì, un astenuto (il presidente del consiglio comunale Pietro Caruso) e 10 no delle opposizioni.

Il Piano è approdato all’approvazione finale dopo 16 incontri partecipativi e 7 commissioni consiliari dedicate, e a valle delle numerose (più di 200) osservazioni ricevute da privati cittadini e soggetti organizzati.

Come ricorda l'assessora alla Mobilità e Ambiente Giovanna Cepparello, il Piano delinea una strategia per trasformare la mobilità cittadina in chiave di sostenibilità ambientale e sociale, e per migliorare sicurezza e accessibilità per chi si sposta in città. Attraverso, tra le altre cose, la realizzazione di Zone 30 e di una rete ciclabile capillare, il potenziamento del trasporto pubblico locale, la realizzazione di cerniere di mobilità intese come centri di servizi, la messa in sicurezza della mobilità scolastica, il Piano mira a facilitare gli spostamenti sostenibili dei cittadini, riducendo il ricorso prevalente all’auto o al mezzo a motore privato, attualmente utilizzati in via quasi esclusiva da quasi il 70 % dei livornesi.

“Il PUMS – sottolinea l'assessora Cepparello - ci permetterà di fare scelte sulla mobilità in modo organico, seguendo una precisa strategia che si basa su dati, modelli ed elaborazioni condivise. Lo scenario delineato dal piano, così come prevede la normativa, è di medio-lungo termine, andando quindi a traguardare i prossimi dieci anni, durante i quali le linee di piano diventeranno progetti e poi opere, che ci permetteranno di promuovere una decisa transizione verso una città più vivibile, sicura e accessibile. Siamo già pronti a mettere in atto le prime azioni, sulle quali i nostri tecnici hanno cominciato a lavorare durante l’elaborazione del Piano”.

Proprio grazie al Piano Urbano della Mobilità Sostenibile, Livorno potrà accedere ai numerosi finanziamenti che vengono annualmente stanziati sui capitoli della mobilità, dalla Regione, dallo Stato e dell’UE.

CLICCA QUI per gli approfondimenti sul processo che ha portato all'approvazione.