Quotidiano Nazionale logo
6 apr 2022

"Bagni Lido, qui il divertimento è assicurato"

Riccardo Ganni: "Dalla piscina all’animazione anche nel fine settimana per i più piccoli. Tante idee e servizi: si torna alla normalità"

Ai Bagni Lido di Riccardo Ganni è quasi tutto pronto per la stagione balneare 2022. Si respira un’atmosfera elettrizzante. Caduti tutti i limiti imposti per due anni dalla pandemia, con la fine il 31 marzo dello stato d’emergenza, "finalmente si riparte in condizioni di normalità - ci dice Ganni mentre si guarda intorno per vedere se tutto va bene - perché tornerà in vigore l’ordinanza del Comune che ci dà il via libera per la piena capienza". Il Bagno Lido con i suoi 18.360 mq. è tra i più grandi Livorno. Mentre parliamo, in acqua c’è il sub Giacomo Vannucci, addetto alla manutenzione delle catene per gli ormeggi delle barche, le ‘catenarie’. Anche queste vanno cambiate e rimesse in tiro. Fu Riccardo Ganni a inventarsi nell’estate 2020, dopo la prima ondata pandemica, la formula "della cabina con ombrellone a giorni alterni - ricorda - che ci permise, unici a Livorno e in Italia, non solo di rispettare le distanze di sicurezza imposte per il Covid, ma anche di non tagliare il numero degli ombrelloni e addirittura di guadagnare posti. Quest’anno però con il ripristino della capienza ordinaria e con l’abbonamento stagione tradizionale, perderemo tra 6070 posti guadagnati nel 2021. Tuttavia nonostante questo inconveniente, con le prenotazioni partite dal 1 aprile (chiuderanno il 24 aprile) per i vecchi clienti, non possiamo lamentarci. Avessi un Lido 2 infatti lo riempirei".

"Nell’estate 2022, se non ci saranno capovolgimenti di situazione – prosegue Riccardo Ganni – contiamo di riprendere la tradizione serale delle feste danzanti anche con discoteca. Il Bagno Lido inoltre offrirà come di consueto i suoi servizi: piscina aperta a tutti (controllata dalla Usl ogni settimana) con la possibilità di seguire più corsi, il gabbione sarà accessibile (a Livorno è una religione e come tale non si mette in discussione, fatta eccezione per l’estate 2020 la prima ondata di pandemia). Poi conteremo su 350 cabine e avremo fino a 400 ombrelloni". Per i bambini Ganni spera di poter "riprendere il servizio di animazione di sabato e domenica pomeriggio. Per il lunedì sera mi auguro di poter riorganizzare anche le feste per i bimbi nel dopo cena che hanno avuto sempre successo". Anche i bagnanti con disabilità (in carrozzina, o capacità motorie ridotte) potranno godersi le loro giornate al mare: "Il Lido è accessibile per i disabili - conferma Ganni - perché abbiamo servizi igienici a norma, scivoli e la piscina è dotata di un sistema meccanico che permette al cliente con disabilità di fare il bagno con l’aiuto anche del bagnino".

A proposito di bagnini, ai Lido ce ne sono 9 "tutti con brevetto di salvataggio – ci tiene a sottolineare Ganni – Io stesso ho la licenza di bagnino dal 1974. Mi è anche capitato di fare salvataggi. Addirittura di usare il defibrillatore grazie al quale ho salvato un bagnante in arresto cardiaco. Il mio stabilimento è stato il primo a Livorno a dotarsi di questo dispositivo salvavita".

Monica Dolciotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?