Camion in Borgo Cappuccini
Camion in Borgo Cappuccini

Livorno, 5 marzo 2021 - Continua a tenere banco la questione Borgo Cappuccini. Traffico, pedonalizzazione, decoro: molti cittadini protestano.

"Stamattina il buongiorno in Borgo è stato annunciato dal frastuono assordante di un container - fa notare il comitato "Borgo Aperta e Vera -, depositato a terra da un camion motrice e accompagnato dalle grida di alcuni residenti che forse hanno pensato all’inizio lavori della contestata pedonalizzazione. Per fortuna non si tratta di questo. Non del tutto, però: ci sono lavori di ristrutturazione di diversi fondi, per trasformarli in attività probabilmente legate alla prossima movida notturna della zona pedonale. Come dire, il solo progetto annunciato di pedonalizzare ha già scatenato gli appetiti di nuovi locali come api sul miele e chissà quanti ne arriveranno ancora".

"I residenti domandano all’amministrazione se si tiene conto dei limiti dei parcheggi della zona - prosegue il comitato, a firma di Daniela Tosca -, dell’affluenza di persone che ci sarà a causa dei tanti locali concentrati in una piccola strada e quali controlli si vogliono fare per l’inquinamento acustico, visto che nella fase della sperimentazione sono stati del tutto assenti. Il camion ha avuto difficoltà a muoversi nella strada e posizionare il cassone. Supponiamo che la strada sia area pedonale, con lavori di riqualificazione che magari ne restringono la carreggiata e con i marciapiedi occupati dai gazebo dei locali. Se quel camion fosse stata una cisterna dei vigili del fuoco che doveva intervenire per necessità, ebbene si sarebbe assistito nuovamente alle stesse difficoltà della ambulanza di questa estate, che non è riuscita a passare per intervenire con tempestività per un malore di un residente".

"Stiamo mettendo a rischio la sicurezza della strada e del quartiere - conclude il comitato Borgo Aperta e Vera -. Invitiamo l’amministrazione comunale a prendersi la responsabilità di questo progetto di pedonalizzare la strada di Borgo, con tutte le contestate criticità sopra descritte".