Il 'polpobaffo' simbolo del cacciucco pride
Il 'polpobaffo' simbolo del cacciucco pride

Livorno, 15 settembre 2021 - Il cacciucco, quello originale, ’con le 5 c’ protagonista di questo fine settimana a Livorno. Un ricco programma di iniziative non solo enogastronomiche, ma anche culturali è alla base del ’ Cacciucco Pride 2021’, la manifestazione nata per valorizzare il piatto tipico della città, ovvero la caratteristica zuppa di pesce che è un concentrato di mare e storia.

La festa del cacciucco si svolgerà questo week-end, 17-18-19 settembre, a Livorno. Ci sarà il coinvolgimento dei ristoranti cittadini (dove si potranno prenotare cene con il cacciucco al centro). E poi un mix di appuntamenti concentrati al Mercato Centrale “Delle Vettovaglie”, che andranno da show-cooking e degustazioni, a laboratori per bambini, incontri con gli autori, spettacoli.

Non mancheranno i giri in battello lungo i fossi medicei. Ad organizzare il Cacciucco Pride, giunto alla sua sesta edizione, è il Comune di Livorno con il Lem-Livorno Euro Mediterranea, insieme alla Cooperativa Itinera. Naturalmente vigono le regole covid. E’ necessario prenotare per partecipare agli eventi.

Per info e prenotazioni degli eventi: Banco Cultura a Peso, da giovedì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 16 alle 19 366 - 6170878. E’ obbligatorio il Green Pass. Il programma dettagliato aggiornato degli appuntamenti si può trovare sul sito ufficiale della manifestazione: https://www.cacciuccopridelivorno.it/ Per mangiare il cacciucco al ristorante è consigliabile la prenotazione, qui l’elenco completo dei locali che hanno aderito con i recapiti e gli indirizzi: https://www.cacciuccopridelivorno.it/ristoranti/.

La manifestazione è stata presentata ieri mattina a Palazzo Comunale dal sindaco Luca Salvetti e dall’assessore al Turismo e Commercio Rocco Garufo, insieme a Giovanni D’Agliano membro del Cda del Lem e a Laura Giuliano di Itinera. "Oggi – ha detto Salvetti - presentiamo l’appuntamento conclusivo della lunga estate livornese, iniziata con Scenari di quartiere. Una stagione che ha visto andare in scena 18 rassegne per centinaia e centinaia di eventi che hanno fatto registrare migliaia di presenze, generando un grosso movimento di persone, molte delle quali provenienti dalla regione, e non solo. Questa estate abbiamo creato le condizioni per offrire un programma culturale di eventi di spettacolo che devono essere considerati una forza per questa città e per la sua economia".

"Il Cacciucco Pride - ha commentato l’assessore Garufo - arriva alla fine dell’estate, a conclusione di una stagione molto ricca che dal prossimo anno puntiamo a confermare e migliorare, allestita in un tempo estremamente difficile a causa della pandemia. Questo evento, che rappresenta un buon lascito della precedente Amministrazione, è stato riconfermato, come già avvenuto lo scorso anno, in questo periodo sia perché così ci hanno chiesto i ristoratori, sia per destagionalizzare la stagione turistica".
L.F.