Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
15 giu 2022

Carabiniere in borghese ferma il ladro

Brillante intervento del capitano Poggetti in pieno centro a Piombino durante il mercatino Evocando

15 giu 2022

PIOMBINO

Capitano dei carabinieri in borghese ferma il ladro e recupera la refurtiva. Il capitano Giorgio Poggetti, comandante del Nuclo operativo Radio mobile dei carabinieri di Piombino, sabato mattina si trovava, in borghese, in pieno centro, per un servizio di prevenzione contro i reati predatori. Poggetti era insieme ai suoi uomini intorno alle 11 in Corso Italia, poco più in là, il mercatino Evocando. Tanti i turisti e tanti cittadini presenti in quel momento nel centro storico. Ad un certo punto Poggetti sente gridare "al ladro, al ladro" e vede un uomo, un piombinese di 63 anni rincorrere una persona, che nel tentativo di scappare, ha imboccato una via del centro storico senza uscita. Il capitano dei carabinieri ha subito seguito il ladro mentre tentava di fuggie, poi una volta nel vicolo gli si è messo davanti e a quel punto si è qualificato. L’uomo, sentendosi in gabbia, ha tentato ugualmente di fuggire, ma in un attimo era a terra, immobilizzato dal capitano Poggetti. Subito dopo sono arrivati gli uomini del Nucleo operativo radio mobile che si trovavano nella vicina piazza Cappelletti; hanno arrestato il ladro e lo hanno portano in caserma. Naturalmente è stata recuperata e restituita anche la refurtiva, 250 euro, in banconote da 50.

I soldi erano stati rubati da un portafogli all’interno di un marsupio di un piombinese che ha un garage in via Cavour. Quella mattina il marsupio lo aveva messo sulla cassapanca all’interno del locale, dove pratica il suo hobby. Mentre il signore era in bagno, Vincenzo Lacerenza 53 anni pugliese, è entrato nel garage e ha rubato i soldi. Ma è stato visto dall’uomo che ha sentito dei rumori, e che ha dato così l’allarme.

Il ladro conosceva già il fondo del piombinese, perchè una settimana prima aveva rubato, dallo stesso portafogli dentro al marsupio che era in quel caso attaccato vicino alla porta, 100 euro. Questa volta però sulla strada il ladro ha trovato il capitano dei carabinier Poggetti che lo ha fermato. L’uomo è stato arrestato, si trova al carcere Le Sughere di Livorno, con l’accusa di rapina impropria e lesioni a pubblico ufficiale. Mentre tentava la fuga ha infatti colpito il capitano Poggetti che ha riportato una prognosi di 7 giorni per lesioni. Il ladro, con precedenti specifici e condanne, era in città come carpentiere in una ditta edile che sta operando per le ristrutturazioni per il 110%.

Maila Papi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?