Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
18 apr 2022

Catherine Spaak, giovane diva nel Sorpasso: il film fu girato in Toscana

Castiglioncello e la costa livornese fanno da sfondo a questo intramontabile road movie 

18 apr 2022

Castiglioncello (Livorno), 18 aprile 2022 - La notizia della morte di Catherine Spaak sta facendo il giro del mondo. Aveva compito da poco 77 anni ma da qualche tempo era scomparsa dalle scene e dalle televisioni, dopo che due anni fa, era stata colpita da un’emorragia cerebrale.

Come capita ai grandi artisti, la grande attrice lascia un’eredità immortale, dopo una lunga carriera in cui è stata anche conduttrice, cantante e scrittrice. Tra i grandi film in cui è stata diretta e ha lavorato con grandi maestri del cinema italiano, un posto d’onore spetta certamente a ‘Il sorpasso’ del 1962 di Dino Risi, pellicola che è un manifesto dell’Italia del boom economico e uno dei più celebro road movie all’italiana. 

Protagonista di questo famosissimo film è stata anche la Toscana. Il mattatore Vittorio Gassman, che interpretava un eterno ragazzo, irriducibile spavaldo, vitellone e sciupa femmine, e Jean-Louis Trintignant, timido e ingenuo rispetto al suo gradasso compagno di viaggio, a bordo della Lancia Aurelia B24 decapottabile diventata a tutti gli effetti un’icona, si lanciavano a tutta velocità sulla statale Aurelia.

In un Ferragosto dalle città e dalle strade quasi deserte, lasciarono Roma diretti alla costa toscana, ed è nella nostra regione che infatti è stato girato buona parte del film. Sparati a tutta velocità verso la costa tirrenica, inseguendo un sogno di benessere e un orizzonte di svago e spensieratezza, il loro percorso conduce gli spettatori a spasso per la Toscana, attraversando la Maremma e passando per i borghi del Grossetano, con Capalbio in testa.

Fino ad approdare a Castiglioncello, meta preferita del cinema, che in questa commedia dolce e amara fa da sfondo regalando panorami suggestivi alle scene. In questo film capolavoro, in compagnia dell’impareggiabile coppia Gassman-Trintignant, il viaggio acquista magia e fascino naturalistico, immortalando una dei più bei tratti di costa tirrenici. Ed è in questa splendida cornice, che si muove tra la provincia di Grosseto e quella di Livorno, tra panorami e scogliere mozzafiato, che si snoda buona parte del viaggio, fino a quel sorpasso azzardato e fatale avvenuto in una curva di Calafuria, tornante in cui si consumò il drammatico epilogo e che rese ancor più celebre la scogliera del Romito. In questo capolavoro senza tempo della storia del cinema, una giovanissima Catherine Spaak interpreta Lilly, la figlia di Bruno Cortona interpretato da Vittorio Gassman. 

Maurizio Costanzo

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?