Pisa, 8 agosto 2018 - E' finita bene l'avventura di una quarantina di ragazzi in bicicletta sulla superstrada Firenze-Pisa-Livorno. I ragazzi erano partiti in bicicletta nei giorni scorsi dalla provincia di Bergamo per arrivare a Piombino e, poi, imbarcarsi per l'Elba.

Stamani il gruppo è stato soccorso da una pattuglia della Polizia Stradale tra Pisa e Navacchio dopo che per errore erano finiti sulla strada di grande comunicazione Firenze-Pisa-Livorno. Alcuni automobilisti hanno notato i ciclisti in direzione di Firenze e, poiché da lì passavano anche molti Tir e bus, hanno chiamato il 113 per dare l'allarme.

Sul posto si è precipitato un equipaggio della sezione di Lucca della Stradale che ha fatto accostare tutti sul margine destro della carreggiata, segnalando il pericolo ai veicoli in arrivo. Gli agenti hanno subito compreso che il gruppo, ben equipaggiato e accompagnato dal parroco di Caravaggio (Bergamo) al volante di un furgone, si era perso. Infatti i ciclisti, dopo essere partiti questa mattina da Pietrasanta per raggiungere Collesalvetti, sono giunti a un bivio prima di Pisa e, anziché prendere la via Emilia si sono ritrovati sulla Fi-Pi-Li.

A quel punto la Polstrada, con l'aiuto degli addetti alla manutenzione sulla Fi-Pi-Li, ha incolonnato e scortato il gruppo per alcuni chilometri, fino all'uscita di Navacchio. I ragazzi, prima di ripartire, hanno voluto esorcizzare lo spavento con una foto ricordo scattata insieme agli agenti che li avevano aiutati.