Quotidiano Nazionale logo
1 mar 2022

Classe 2A Fermi - Istituto Comprensivo Micheli Bolognesi, Livorno

Gli studenti hanno scelto di partecipare al progetto lanciato dal Questore Roberto Massucci

La vignetta fatta dai ragazzi
La vignetta fatta dai ragazzi
La vignetta fatta dai ragazzi

La nostra classe alla commemorazione di Giovanni Palatucci, questore di Fiume, morto a Dachau Grazie alla Questura abbiamo scelto “la strada giusta”. Non siamo abituati a scrivere gli articoli in prima persona, ma questa volta la notizia riguarda noi. La nostra classe infatti, la 2A dell’Istituto Comprensivo Micheli-Bolognesi, scuola secondaria di primo grado “E. Fermi”, ha partecipato, come molte altre scuole di Livorno, ad una serie di iniziative organizzate dall’Ufficio Scolastico Provinciale in collaborazione con la Questura di Livorno, dal titolo “Scegli la strada giusta”, un importante progetto di educazione alla legalità. Nel mese di febbraio, però, siamo stati invitati a partecipare ad un’iniziativa più ristretta, una cerimonia nel piazzale della Questura di Livorno in ricordo dell’estremo sacrificio di Giovanni Palatucci, poliziotto e Questore di Fiume nel 1944, morto nel campo di concentramento di Dachau nel febbraio del 1945, col numero 117826. La “giornata della memoria” per Palatucci si è svolta alla presenza di numerose autorità: Sindaco di Livorno, Prefetto, Questore, Comandante Provinciale dei Carabinieri, Provveditore agli Studi e del Vice Presidente delle Comunità Ebraiche Guido Di Segni. Nel corso della mattinata, le quattro classi presenti (tra cui una di Venturina, cittadina in provincia di Livorno nella quale due ragazze di quindici anni hanno aggredito un dodicenne ebreo) si sono alternate in letture di pensieri e riflessioni ispirate alla Shoah. Una nostra compagna, Gea Ciampini, dal palco, ha letto una sua poesia di cui parte del testo recita: “Non è facile ricordare, guardarsi dentro e dire: “Quello che è successo è solo Male, ma il ricordo non deve affievolire”, Ma una domanda mi ronza in testa: perché, perché mai, persone come noi hanno fatto un simile tremendo atto di Dominio per poi negare tutto? Non ho ancora trovato risposta a questo mio quesito, ma spero non accada più un tale Sterminio”. Proprio un verso di ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?