Quotidiano Nazionale logo
11 feb 2022

Classe 2M scuola media Bartolena di Livorno

Livorno, tra le strategie proposte dai ragazzi anche recuperare luoghi dimenticati. Ecco quali

La cultura come cura per superare i mali causati dalla pandemia
La cultura come cura per superare i mali causati dalla pandemia
La cultura come cura per superare i mali causati dalla pandemia

La cultura come cura. Livorno rinasce da qui: cultura ed economia dopo il covid. Livorno per ripartire e rinascere deve puntare sulla “cultura come cura”! Il settore culturale può diventare uno dei settori trainanti per la ripresa economica e per raggiungere nuovi obiettivi di sostenibilità sociale e ambientale come già l’agenda 2030 promuove attraverso il goal 8. Come livornesi chiediamo all’amministrazione una duplice strategia: da una parte far ripartire in sicurezza le attività culturali perché proprio queste ultime producono un impatto sociale positivo e anche un benessere fisico. Riapriamo i musei, i cinema, i concerti, le mostre, promuoviamo incontri di lettura, proiezioni video, destiniamo zone all’arte urbana: la “Street art”. Invitiamo professionisti del settore, e in contemporanea valorizziamo e facciamo conoscere ciò che di bello offre Livorno, per ripartire tutti uniti ed in sicurezza. Può essere valorizzato lo sfruttamento di alcuni luoghi abbandonati, che potrebbero essere utili per riuscire a ricreare posti utili per i cittadini. Uno dei posti abbandonati che potrebbe sicuramente essere riutilizzato è il mausoleo di Ciano. Questo mausoleo venne costruito durante il periodo della seconda guerra mondiale, un anno dopo la morte del gerarca fascista Costanzo Ciano. Ora di questo mausoleo ne rimane solamente il basamento, ma perché non provare a sfruttarlo per creare un museo dove si possa raccogliere materiale storico del periodo fascista e di come la città ha vissuto quel periodo? Un altro dei posti che potrebbe essere sfruttato sono le terme del corallo, anche queste ormai abbandonate da anni. Erano terme dove andavano i nobili intorno al 900’ e che ora potrebbero, con qualche anno di lavoro, tornare ad essere quello che erano un tempo. La sistemazione di questi due posti abbandonati sarebbe veramente utile per il turismo, l’economia e per l’arricchimento culturale. Durante la pandemia causata dal Covid-19 le persone chiuse a ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?