MONICA DOLCIOTTI
Cronaca

Comitato “No Cubone”, il circolo Pd di Collinaia dalla parte del comitato

Intanto le opposizioni in consiglio comunale firmano la mozione popolare: si chiede di non costruire la struttura sportiva in via San Marino

L'iniziativa dei cittadini nella sala degli Scali Finocchetti

L'iniziativa dei cittadini nella sala degli Scali Finocchetti

Livorno, 30 aprile 2023 – “Condivido le richieste del Comitato No Cubone in quanto anche io risiedo a Scopaia. C’è la possibilità di spostare l’impianto sportivo (polivalente, ndr) previsto nell’area verde di via San Marino, alle ex serre Labrogerden, soluzione prospettata dai residenti di Scopaia. Ma ci sono tempi da rispettare perché il progetto per questo impiaspianto presentato dal Comune è stato finanziato con i fondi Pnrr e, se lungo il percorso si incontrassero ostacoli che creassero ritardi, c’è il rischio di dover restituire il finanziamento intorno ai 4 milioni di euro. Al netto di questo però, sul progetto ’cubone’ ravviso una mancata partecipazione dei cittadini. L’amministrazione comunale tuttavia, dopo avere ascoltato il Comitato anche in mia presenza, ha manifestato una certa attenzione verso le proposte del Comitato stesso. Comunque vada l’area ex Labrogarden dovrà essere sottoposta a bonifica".

Lo ha dichiarato ieri Paolo Cecchi, segretario del circolo Pd Collinaia, chiamato in ballo dal Comitato no cubone che ha annunciato sempre ieri pubblicamente di avere incassato l’endorsment di Cecchi. Il Comitato ha anche presentato la mozione per chiedere al sindaco Luca Salvetti e alla Giunta "di spostare il previsto impianto sportivo dall’area verde di via San Marino nell’area già cementificata di via del Crocino (ex serre Labrogarden) allo scopo di riqualificare l’area di via San Marino senza impermeabilizzarla. O in alternativa a valutare la fattibilità dello spostamento dell’impianto sportivo nell’area già cementificata, ma in parte privata, dell’ex silos Canaccini tra via del Crocino e via di Collinai".

Nella mozione si suggerisce una terza opzione: "Trovare un’altra area già cementificata senza consumare suolo pubblico, verde o agricolo".

Come già annunciato da La Nazione e Il Telegrafo, il Comitato ha raccolto e depositato 700 firme su ’cubone’ "e ne stiamo raccogliendo altre" ha confermato ieri all’iniziativa nella sala sugli Scali Finocchietti Roberta Diciotti, portavoce del Comitato.

All’iniziativa anche esponenti delle opposizioni in Comune che hanno sottoscritto la mozione: Stella Sorgente dei 5 Stelle, Valentina Barale di Buongiorno Livorno, Costanza Vaccaro del Gruppo Misto, Aurora Trotta di Potere al Popolo. Michele Gasparri segretario comunale della Lega era presente a nome di Carlo Ghiozzi, che ha annunciato "firmerò anche io la mozione".

Monica Dolciotti