Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
29 mag 2022

Cordoglio per don Francesco Fiordaliso

Ordinato nel 1992 dal vescovo Ablondi è stato viceparroco di Castiglioncello. Ora si occupava degli ultimi, era cappellano del carcere

29 mag 2022
Don Francesco Fiordaliso. Era ricoverato nel reparto di cure palliative
Don Francesco Fiordaliso. Era ricoverato nel reparto di cure palliative
Don Francesco Fiordaliso. Era ricoverato nel reparto di cure palliative
Don Francesco Fiordaliso. Era ricoverato nel reparto di cure palliative
Don Francesco Fiordaliso. Era ricoverato nel reparto di cure palliative
Don Francesco Fiordaliso. Era ricoverato nel reparto di cure palliative

La notte scorsa è morto don Francesco Fiordaliso, che era ricoverato nel reparto di cure palliative dell’ospedale di Livorno dove stava combattendo con la malattia.

"Don Francesco amava la vita e aveva il gusto della felicità" lo ricorda così don Cristian Leonardelli, che per anni è stato viceparroco con lui a Castiglioncello, e gli fanno eco i tanti ricordi che in queste ore girano tra le persone che lo hanno conosciuto e apprezzato come autentico uomo di fede, di valore e anche come "prete di strada".

Entrato in seminario subito dopo il liceo, don Francesco è stato ordinato nel 1992 dal Vescovo Ablondi, ed ha ricoperto per diversi anni il ruolo di parroco a San Pio X alle Sorgenti, poi dal 2001 è diventato parroco di Castiglioncello e solo due anni fa era diventato cappellano del carcere di Livorno. Il servizio agli ultimi e lo scoutismo erano la vera vocazione di Don Francesco, da qui la decisione di farsi tumulare con la stola da prete e il fazzolettone del suo gruppo scout Agesci, il Livorno 9. Lo scoutismo in particolare è stata la sua più grande passione, e nel corso degli anni è stato assistente ecclesiastico del Livorno 9, assistente della Zona di Livorno per diversi anni, durante i quali ha anche formato i capi a livello nazionale nei Cfa, dove è entrato in contatto con scout di tutta Italia che oggi riempiono la sua bacheca di Facebook di affettuose foto, pensieri e saluti.

Don Francesco era sempre era impegnato con l’associazione Giovanni XXIII e con l’associazione Randi per aiutare ragazze di strada e donne sole in difficoltà vittime di violenza. Con lo stesso spirito a Castiglioncello aveva cura della "casina", dove accoglieva persone in difficoltà.

Le altre due passioni di don Francesco erano la Terra Santa, che come biblista conosceva bene e dove cercava di andare quando poteva, e i musical, infatti spesso con alcuni amici andava a Londra per rivedere i suoi preferiti.

Il funerale si terrà oggi, lunedì 30 maggio alle 15 in Cattedrale, la funzione sarà presieduta da don Piergiorgio Paolini, suo direttore spirituale, e la messa sarà animata dai canti degli scout livornesi che per l’occasione verranno in uniforme per dargli l’ultimo saluto.

Simone Bacci

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?