Quotidiano Nazionale logo
15 mag 2022

"Covid, plasma ancora sperimentale"

L’Asl Nord Ovest risponde alle questioni sollevate dal consigliere Petrucci sul caso di un paziente elbano

Dall’Elba 160 pazienti covid trasferiti agli ospedali di. Livorno e Cecina
Dall’Elba 160 pazienti covid trasferiti agli ospedali di. Livorno e Cecina
Dall’Elba 160 pazienti covid trasferiti agli ospedali di. Livorno e Cecina

Somministrazione di plasma iperimmune a un paziente dell’Isola d’Elba: l’Asl Toscana nord ovest a cui avevamo chiesto un hiarimento dopo l’interpe4llanza presentata dal consigliere regionale Fdi Diego Petrucci, evidenzia che "il sistema sanitario regionale garantisce la presa in carico di tutti i cittadini con passaggi codificati e attraverso valutazioni attente dei propri professionisti. Ciò era regolarmente avvenuto anche nel caso specifico". "Sulla questione della somministrazione di plasma iperimmune all’interno del Pronto Soccorso di Portoferraio – precisa l’Asl, l’Azienda sta facendo un’attenta ricostruzione dei fatti, tenendo conto anche degli aspetti scientifici ed etici legati alla vicenda, per valutarne la conformità rispetto ai percorsi aziendali, regionali e nazionali". "ll percorso di area vasta – spiaga l’azienda sanitaria – per i pazienti Covid positivi prevede, una presa in carico adeguata e complessiva da parte di un gruppo di professionisti di varie discipline, che curano il malato per il Covid e per tutte le altre problematiche di salute in una logica di cooperazione nella rete dei servizi territoriali ed ospedalieri, con l’appropriato riferimento alle strutture specialistiche di malattie infettive dell’area vasta. Grazie a questo lavoro di rete, la Toscana è tra le prime regioni in Italia per utilizzo di farmaci antivirali e anticorpi monoclonali, nonché capofila della più importante sperimentazione clinica condotta sull’impiego del plasma iperimmune". "Durante l’emergenza pandemica, dal marzo 2020 all’aprile 2022, si sono registrati ben 160 trasferimenti da Portoferraio in altri ospedali (soprattutto Cecina e Livorno), che hanno permesso di assistere e curare in maniera appropriata queste persone. Quasi tutti questi trasporti speciali sono stati eseguiti con Pegaso (solo 3 con nave). Di questi 160 pazienti, 119 erano già positivi e altri 41 con tampone in corso. Nel caso specifico il paziente dell’Isola d’Elba è stato preso in carico (quindi tutt’altro che abbandonato a sé stesso), grazie al collegamento tra lo stesso Pronto ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?