Quotidiano Nazionale logo
22 dic 2021

Cuoco arrestato all'Elba 9 anni fa torna in carcere a Bolzano

Divenuta esecutiva una pena per detenzione di stupefacenti  ai fini di spaccio 

 Una pattuglia dei carabinieri in servizio
Una pattuglia dei carabinieri

Portoferraio, 22 dicembre 2021 - Torna in carcere un cuoco 32 enne di origine salernitana arrestato 9 anni fa dai carabinieri di Portoferraio. L'uomo è stato arrestato a Badia (Bolzano) in esecuzione di un ordine di carcerazione. Deve scontare una pena di un anno, cinque mesi e 27 giorni di reclusione. Cosa che farà nel carcere di Bolzano dove è stato rinchiuso.

Nove anni fa a Portoferraio, vicino a una discoteca, i carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile dell’Arma di Portoferraio fermarono due giovani. Addosso avevano complessivamente quasi due etti di marijuana e una dose di cocaina e per questo vennero arrestati per detenzione di droga ai fini di spaccio.

Dopo qualche giorno di custodia cautelare, i due tornarono in libertà. La giustizia nel frattempo ha fatto il suo corso e la pena, inizialmente sospesa, è divenuta effettiva per altri comportamenti illeciti che hanno fatto venir meno la sospensione condizionale.

Nel frattempo il cuoco 32enne aveva girato di ristorante in ristorante. Fino ad approdare a una struttura nel comune di Badia. Il Tribunale aveva mandato l’ordine di carcerazione per l’esecuzione della pena ai carabinieri di Sapri (Salerno) i quali, saputo che l’uomo era solito fare la stagione invernale in Val Badia, hanno informato i colleghi bolzanini. Questi ultimi avevano controllato per strada l’uomo nel 2019 e avevano quindi in mente dove potesse essere rintracciato. Sono così andati in un albergo del posto dove l'hanno fermato ed arrestato.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?