Quotidiano Nazionale logo
16 feb 2022

Dal calcio al vino, le passioni di Silvia

Nella Nazionale Azzurra con 53 presenze, Silvia Fuselli è tornata nella sua terra per fare la contadina

Silvia (a destra) con la sorella Stefania
Silvia (a destra) con la sorella Stefania
Silvia (a destra) con la sorella Stefania

Dopo una vita nel calcio professionistico, Silvia Fuselli (53 presenze in Nazionale) è tornata nella sua terra d’origine per abbracciare uno dei sogni che aveva fin da piccola, quello di fare la contadina. Nasce così a Bolgheri, l’azienda vitivinicola ’Le Vigne di Silvia’, un’esperienza imprenditoriale tutta al femminile caratterizzata da passione, amore e rispetto per la terra. Un percorso che punta alla crescita e vede la partnership con Vino & Design tra i distributori più importanti del settore. Silvia Fuselli, dopo una carriera nel calcio professionistico – ha vestito 53 volte la maglia della nazionale e ha ha vinto ben 5 scudetti – ha realizzato uno dei suoi sogni di bambina. "Questo percorso - racconta Silvia – è iniziato al termine della mia carriera calcistica, ma le sue radici sono ben più profonde e hanno a che vedere con la tradizione della mia famiglia". Negli anni Cinquanta il nonno lasciò Recanati per stabilirsi a Bolgheri doveva aveva acquistato alcuni terreni dal marchese Incisa della Rocchetta. Nella splendida terra cantata da Carducci dove "i cipressi sono alti e schietti" avviò un’attività agricola che sarà poi portata avanti dai genitori di Silvia che per anni si sono dedicati con successo alla produzione di ortaggi, in particolar modo basilico. Nel 2014 il successivo passaggio di testimone. "In ricordo della passione di nonno Silvio per il vino, mio padre - spiega l’ex calciatrice - ha deciso di procedere all’impianto di un nuovo vigneto di Cabernet Franc e Cabernet Sauvignon, seguito, pochi anni dopo, anche da quello di vermentino. Questa volta però siamo state io e mia sorella Stefania a prendere in mano la nuova attività agricola rinnovando la tradizione di una famiglia che affonda le proprie radici nell’amore per la terra". I 15 ettari di terreno, dei quali 5 vitati, sono coltivati secondo il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?