Livorno, 16 aprile 2018 - Macchine in sosta all’altezza di via Vespucci, vicino ai Bagni Roma, danneggiate con alcuni bastoni, intimidazioni ai tifosi del Pisa, lancio sconsiderato di fumogeni da parte di entrambe le curve e ritardi nella partenza dell’ultimo treno di tifosi nerazzurri che sabato sera non si è potuto muovere dalla stazione centrale fino alle 21.45. Sono queste, riassunte in quattro aspetti principali, le conseguenze del derby giocato sabato alle 17 all’Ardenza, partitissima con quasi 10mila spettatori che ha visto trionfare il Livorno sul Pisa per 2-0.

Ebbene a distanza di qualche manciata di minuti dal triplice fischio finale alcune auto della polizia che stavano perlustrando la zona vicino allo stadio hanno intercettato un gruppo di persone – presumibilmente con dei bastoni – che stava danneggiando delle auto in sosta. Alcuni di questi soggetti, in tutto erano circa una decina, sono stati identificati e le loro posizioni sono ora al vaglio degli investigatori che vogliono capire il ruolo avuto in questa circostanza e nell’intimidazione a danno dei tifosi del Pisa.

Proprio per avere ancora più elementi a disposizione la stessa questura livornese ha lanciato un appello, invitando le parti offese e le eventuali persone informate dei fatti a presentare quanto prima denuncia e a fornire alle forze dell’ordine ogni elemento per procedere. Ma non finisce qui. La Digos infatti sta anche visionando alcuni filmati girati dalle telecamere di videosorveglianza dello stadio Armando Picchi, dalla polizia scientifica e dall’elicottero del reparto Volo della polizia di Firenze sia per gli episodi legati ai danneggiamenti e alle intimidazioni sia in riferimento all’accensione di alcuni fumogeni e perardi da parte di spettatori posizionati nelle due curve, a carico dei quali, una volta che verranno identificati, scatterà la comunicazione di notizia di reato alla procura e l’avvio del procedimento per l’emissione del Daspo.

L’ultimo fronte investigativo è quello relativo alla stazione e alla partenza dei tifosi del Pisa. L’ultimo treno con a bordo i sostenitori nerazzurri, infatti, è partito sabato sera alle 21.45 e ci sono stati dei ritardi evidenti. Momenti di tensione intorno ai quali la polizia vuol vedere chiaro.

P.B.