Quotidiano Nazionale logo
10 feb 2022

Donna incinta, visita rifiutata al Consultorio

Livorno, senza residenza non ha la tessera sanitaria. Il Comune sta lavorando per risolvere il caso. L’Asl: Ci contatti, la visiteremo"

Il sindacato Usb solleva la questione: «Non si può rifiutare una visita a un. nascituro»
Il sindacato Usb solleva la questione: «Non si può rifiutare una visita a un. nascituro»
Il sindacato Usb solleva la questione: «Non si può rifiutare una visita a un. nascituro»

Il sindacato Usb sarà in presidio oggi alle 12 davanti al Comune perché "una donna di 33 anni INCINTA, di origine tunisina, pur con il permesso di soggiorno, è sprovvista della residenza dunque anche della tessera sanitaria, in mancanza della quale martedì non ha potuto prenotare l’accesso al consultorio femminile del reparto di ostetricia in ospedale". "Questa donna vive a Livorno da 5 anni con il compagno e un figlio minorenne. Ha lavorato in una RSA. - racconta Giovanni Ceraolo di Usb - Suo figlio frequenta le scuole, ma non ha un pediatra perché il Comune non iscrive all’anagrafe questa famiglia che risulta in un alloggio definito ‘improprio’ perché sta all’ex deposito degli autobus occupato". Ancora Ceraolo: "Martedì alle 10-30 questa donna ha telefonato al consultorio del settimo padiglione chiedendo l’ausilio di un interprete. Al telefono alla mediatrice di nazionalità algerina ha spiegato la sua situazione e una dottoressa le ha risposto, attraverso la mediatrice, che prima doveva prendere la residenza, solo dopo le sarebbe stata rinnovata la tessera sanitaria. Dopodiché con l’impegnativa del medico avrebbe potuto presentarsi al consultorio". L’assessore al sociale Andrea Raspanti spiega come stanno le cose. "La legge 80 articolo 5 comma 1 (decreto Renzi-Lupi) vieta di dare la residenza a chi occupa abusivamente qualunque immobile. Successivamente il decreto Minniti ha introdotto il comma 1 quater all’articolo 5 che prevede che il sindaco, in caso di vulnerabilità sociale, può operare in deroga al comma 1. Così l’ottobre scorso la giunta ha licenziato una decisione con la quale il sindaco si potrà avvalere del comma 1 quater. Di qui è stata istituIta una commissione intersettoriale, tra anagrafe e servizio sociale, per valutare le istanze. Il caso sollevato dal sindacato Usb è stato verificato martedì dai servizi sociali, per cui si sta sbloccando la situazione". Conclude Raspanti: "Non ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?