Quotidiano Nazionale logo
10 feb 2022

Due barche distrutte da un incendio nella notte

I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l’area vicina allo stabilimento
I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l’area vicina allo stabilimento
I vigili del fuoco sono intervenuti per mettere in sicurezza l’area vicina allo stabilimento

Due barche la scorsa notte sono state distrutte da un incendio. Sono intervenuti i vigili del fuoco del comando di Livorno poco dopo la mezzanotte tra martedì e mercoledì per domare le fiamme che solo grazie alla loro tempestività non si sono propagare alle imbarcazioni vicine alle due piccole barche devastate, ormeggiate nel canale dello Scolmatore, vicino allo stabilimento Toscopetrol.

La prossimità dell’impianto Toscopeltrol ha creato allarme: se il fuoco non fosse stato domato velocemente non solo avrebbe potuto attaccare i natanti ormeggiati nel canale Scomaltore, ma addirittura si sarebbe potuto avvicinare pericolosamente al deposito Toscopetrol di via dello Scolmatore , dove vengono effettuati lo stoccaggio e la movimentazione di bitume attraverso la tubazione che arriva dalla raffineria Eni, oppure su nave, o autobotti. Sono in corso intanto gli accertamenti per appurare le cause del rogo. Un’altra barca, che era ormeggiata sugli Scali del Corso sotto via della Madonna in pieno centro, è stata distrita dalle fiamme poco più di un mese fa la notte di San Silvestro.

Una bomba carta lanciata dalla spalletta del fosso da alcuni ragazzi, che volevano festeggiare così la fine dell’anno, la prede in pieno. Dopo la bravata i ragazzi fuggirono come hanno riferito alcuni testimoni. L’esplosione dell’ordigno rudimentale provocò una falla nello scafo dell’imbarcazione che affondo’ nelle acque del fosso. Gli autori dell’esplosione non sono ancora stati identificati.

M.D.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?