Livorno, 29 marzo 2018 - Mille persone, una manifestazione commossa e partecipata nella sera di Livorno per ricordare Lorenzo Mazzoni, 25 anni, e Nunzio Viola, 53, i due operai morti mercoledì a Livorno nell'esplosione di un serbatoio di acetato di etile.

FIACCO_30070820_093251

Una manifestazione promossa da Cgil, Cisl e Uil in memoria dei due operai morti al porto industriale nell'esplosione di un deposito. Al corteo hanno preso parte anche il sindaco Filippo Nogarin e molti assessori, il presidente del consiglio comunale Daniele Esposito con il gonfalone della città listato a lutto. Presente il gonfalone della Regione Toscana. Insieme ai cittadini, agli amministratori e ai sindacati, hanno partecipato, tra gli altri, alla manifestazione l'Anpi, una delegazione del Pd di Livorno con il capogruppo in Comune Pietro Caruso, alcuni consiglieri, una delegazione del Pd regionale, la Federazione di Sinistra Italiana e il Circolo Territoriale Sinistra Italiana di Livorno Collesalvetti.

Livorno-Monza, gli striscioni per ricordare le vittime della tragedia in porto / FOTO

«Il grido che sale da questo corteo è molto chiaro - ha detto Nogarin - Livorno è vicina ai familiari delle vittime della tragedia di ieri e non intende accettare più in silenzio altri morti sul lavoro. Con queste fiaccole abbiamo voluto accendere una luce su un tema di cui si parla sempre troppo e per cui si fa sempre troppo poco. Non accetteremo che questa luce si spenga».