Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
3 giu 2022

Festa della Repubblica Tutti i riconoscimenti

La cerimonia con le autorità cittadine al Bassorilievo intitolato ai partigiani. La consegna della Medaglia d’Onore a civili e militari vittime della deportazione

3 giu 2022
Le autorità davanti al bassorilievo dedicato al partigiano (Foto Novi)
Le autorità davanti al bassorilievo dedicato al partigiano (Foto Novi)
Le autorità davanti al bassorilievo dedicato al partigiano (Foto Novi)
Le autorità davanti al bassorilievo dedicato al partigiano (Foto Novi)
Le autorità davanti al bassorilievo dedicato al partigiano (Foto Novi)
Le autorità davanti al bassorilievo dedicato al partigiano (Foto Novi)

Si è celebrato ieri mattina anche a Livorno il 76esimo anniversario della fondazione della Repubblica Italiana. La celebrazione è iniziata in piazza della Vittoria, dove è stato issato il Tricolore ed è stata deposta una corona al Monumento ai Caduti.

È proseguita al Bassorilievo intitolato ai partigiani in via Ernesto Rossi, dove il Prefetto, il Sindaco, il Vice Presidente della Provincia ed il Comandante del Presidio Militare hanno deposto una corona. Visto il periodo drammatico segnato dal conflitto in Ucraina, le autorità intervenute hanno espresso l’auspicio che il conflitto termini al più presto per porre fine alle distruzioni e al bagno di sangue in atto. "La speranza nella pacificazione e nella ricostruzione non deve venire meno, come accadde nel Mondo e in Italia alla fine dell’ultimo conflitto mondiale. In Italia questa speranza ha generato la Repubblica che oggi (ieri, ndr) festeggiamo". Successivamente al Palazzo del Governo, il Prefetto Paolo D’Attilio ha letto il messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e ha consegnato le onorificenze dell’Ordine Al Merito della Repubblica Italiana e le Medaglie d’Onore conferite a cittadini italiani, militari e civili, deportati ed internati nei lager nazisti.

Le onorificenze dell’ordine al merito della repubblica italiana sono state consegnate al Commendatore Generale di Brigata dell’Arma dei Carabinieri in quiescenza Fabio Alessandrini. All’Ufficiale Capitano di Vascello Paolo Lavorenti, al Cavaliere Capitano di Vascello Marco Bagni. Al Luogotenente C.S. dell’Arma dei Carabinieri Enzo Bonifazi, alla Dottoressa Maria Letizia Casani Direttore Generale dell’Azienda USL Toscana Nord Ovest.

Sono stati insigniti dell’onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana anche il Maresciallo Ordinario dell’Arma dei Carabinieri Davide Cuomo, il Colonnello dell’Arma dei Carabinieri Salvatore Demontis, il Capitano di Fregata Gennaro Fusco. Paolo Ghelardi Funzionario dei Vigili del Fuoco in congedo.

Fabrizio Graverini Capo Reparto Esperto dei Vigili del Fuoco anche lui in congedo. Il Colonnello dell’Esercito Italiano Yuri Grossi, il Sottotenente della Guardia di Finanza Rosario Maddaloni, il Capitano di Vascello Curzio Pacifici e Paolo Rossi Direttore di Confagricoltura di Pisa-Livorno-Grosseto. Il Luogotenente C.S. dell’Arma dei Carabinieri Pietro Testa e Maurizio Trusendi Comandante della Polizia Provinciale. Ildottor Maurizio Ulacco Vice Presidente nazionale dell’AIDO.

La cerimonia in Prefettura è poi terminata con la consegna della

Medaglia d’Onore conferita a cittadini italiani, militari e civili che hanno patito la deportazione e l’internamento nei lager nazisti all’ultima Guerra Mondiale:

Armando Barsotti, Mario Menici

e Nazzareno Ventura.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?