Quotidiano Nazionale logo
15 gen 2022

Fino a 40 posti covid nella Rsa Tombolo

Sono stati attivati a Cecina i primi dieci letti per pazienti non autosufficienti positivi al virus

Un contributo importante per allentare la pressione sugli ospedali e alo stesso tempo dare una mihliore assistenza alle persone non autosufficienti. Aprono a Cecina nella RSA Parco del Tombolo (Cecina sud) i primi 10 posti letto di cure intermedie per pazienti non autosufficienti positivi al Covid, altri 10 posti letto saranno attivi entro il fine settimana che, in caso di necessità, potranno essere portati a 40. La Rsa Parco del Tombolo, gestita dal gruppo Gheron, è una struttura nuova che si trova a Cecina ed è stata regolarmente autorizzata e accreditata all’accoglienza di ospiti anziani non autosufficienti positivi asintomatici o paucisintomatici. Le Valli Etrusche potranno quindi contare su un presidio, unico nel territorio dell’area vasta nord ovest, completamente dedicato all’assistenza Covid di pazienti anziani non autosufficienti segnalati dalle ACot zonali (Agenzia Continuità Ospedale Territorio), che si trovano in ospedale, a domicilio o ricoverati nelle cure intermedie e che necessitano di assistenza specifica vista la loro non autosufficienza. E’ importante sottolineare che nella Rsa Parco del Tombolo sono stati assunti infermieri, operatori socio sanitari e un direttore sanitario che potranno garantire un’assistenza adeguata allo stato di salute degli ospiti. Parco del Tombolo è attigua alla Rsa Cecina, riservata ad anziani non autosufficienti no covid, le due strutture sono indipendenti e separate con personale dedicato. In questo momento, dove gli ospedali sono in difficoltà, la disponibilità di posti letto per anziani in discrete condizioni di salute è sicuramente una risorsa in più che alleggerirà anche la pressione sull’ospedale di Cecina. "La nuova Rsa – sottolinea il sindaco di Cecina, Samuele Lippi - sarà fondamentale, in particolare in questo difficile momento che stiamo vivendo, dando risposte importanti, sia sul fronte ospedaliero, sia territoriale, liberando posti letto covid in ospedale e accogliendo pazienti dal domicilio. Una bella dimostrazione di attenzione – chiude Lippi - verso il ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?