Livorno, 24 agosto 2018 - Sequestro di persona, tentate lesioni aggravate e trattenimento di minore all'estero, in concorso. Queste le accuse che hanno portato in carcere, in Francia, due coniugi residenti a Portoferraio, all'Isola d'Elba, in provincia di Livorno, fuggiti con la loro figlia di 5 mesi, affetta da grave patologia e per la quale era stato programmato un urgente e delicato intervento chirurgico all'ospedale pediatrico Meyer di Firenze. Le due persone finite in carcere sono due 28enni.

La bimba era affidata ai servizi sociali. Le indagini scattate dopo la denuncia della nonna. Per i genitori era scattato un mandato di arresto europeo. Il rapimento sarebbe avvenuto a metà luglio. La donna, italiana, avrebbe prelevato la bambina da Portoferraio e poi passato la frontiera in Francia proprio per raggiungere il coniuge Oltralpe. I due, in Francia, avrebbero ricevuto appoggio da alcuni parenti. 

Lo scambio di informazioni tra carabinieri e polizia francese ha portato al rintraccio prima dell'uomo e quindi della donna e della bambina. La piccola è stata immediatamente trasferita in una struttura ospedaliera francese per essere sottoposta ad un controllo sanitario. Sono in corso le procedure per l'estradizione in Italia di marito e moglie.