Quotidiano Nazionale logo
3 gen 2022

I contagi crollano di colpo Ma non è ancora finita

Livorno, dai mille casi giornalieri siamo passati ai 244 di ieri in tutta la provincia. Calo determinato anche dal numero ridotto dei tamponi. Nessun decesso

Dopo l’esplosione di fine dicembre ieri finalmente un calo netto dei contagi
Dopo l’esplosione di fine dicembre ieri finalmente un calo netto dei contagi
Dopo l’esplosione di fine dicembre ieri finalmente un calo netto dei contagi

Crollano i contagi. Ieri in provincia di Livorno un totale di 244 contro gli 880 del 1° gennaio e i i 1008 del 31 dicembre. Dopo l’impennata di tamponi eseguiti tra il 30 e il 31 dicembre nelle farmacie e nei laboratori privati e pubblici ( anche per precauzione in previsione del cenone di San Silvestro) che avevano fatto emergere fino a 520 nuovi positivi al coronavirus nella sola Livorno, ieri sono calati drasticamente. Solo il 1° gennaio erano 496 a Livorno, 86 a Rosignano, 55 a Cecina, 53 a Collesalvetti, 42 a Portoferraio, 37 a Piombino, senza contare i comuni minori. Questa decrescita brusca dei nuovi positivi è da attribuire al minor numero di tamponi eseguito tra il 1 e 2 gennaio nel ponte di San Silvestro. Ma, dopo la crescita esponenziale dei tamponi postivi dell’ultima settimana, ora la situazione si sta assestando, solo nei prossimi giorni potremo averne la conferma. Più in generale in tutta la Toscana il 1 e il 2 gennaio sono stati eseguiti meno tamponi: ieri addirittura un terzo dei test processati il 1° gennaio. Ieri dunque 244 casi (91 Livorno, 4 Collesalvetti, 33 Rosignano, 20 Cecina, 4 Bibbona, 6 Castagneto, 1 San Vincenzo, 2 Campiglia, 1 Suvereto, 17 Piombino, 41 Portoferraio, 8 Rio, 4 Porto Azzurro, 6 Capoliveri, 1 Campo nell’Elba, 5 Marciana Marina) e, cosa più importantre, nessun decesso In calo quindi oltre Livorno anche il numero dei nuovi positivi a Rosignano Marittimo: 33 contro gli 86 del 1° gennaio. Vista la situazione le autorità sanitaria raccomando alla popolazione la massima prusenza che consiste nel rispetto delle regole tutt’ora in vigore. E ma sopratutto vaccinarsi contro il coronavirus, la terza dose di richiamo per chi ha concluso il primo ciclo. Monica Dolciotti ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?