Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Il consigliere Landi chiede alla Regione di chiarire il piano

"Quali sono le caratteristiche del progetto relativo alla collocazione di un rigassificatore nel porto di Piombino? È compatibile con lo sviluppo dell’area portuale e della città? Sono previste opere compensative, a partire dalle bonifiche e dalla ripresa in sicurezza ambientale del settore siderurgico?" Sono le domande a cui la giunta regionale dovrà dare risposta nel corso del prossimo consiglio regionale a seguito di un’interrogazione urgente presentata dal consigliere regionale della Lega e Portavoce dell’Opposizione Marco Landi. Così una nota diffusa oggi a Firenze dalla Lega.

Piombino da troppo tempo attende che siano mantenuti gli impegni presi a livello regionale e nazionale - prosegue Landi -. Inaccettabile che adesso sia presa una decisione impattante come quella del rigassificatore in porto senza il dovuto coinvolgimento della comunità". "Stiamo parlando - ricorda - di un progetto che, per quanto ne sappiamo, impegnerà un’area consistente del porto, con conseguenze inevitabili sulle altre attività economiche. Se la Regione, apertamente schierata a favore della decisione del Mite, ne sa di più lo dica e ci rassicuri".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?