Quotidiano Nazionale logo
19 feb 2022

Il pianista Cafaro stasera sul palco del teatro Goldoni

L’artista catanese vanta già oltre 50 esibizioni. Sul podio dell’Orchestra il direttore Lederhandler

Il pianista Nicolò Cafaro stasera alle 21 aprirà la stagione sinfonica del Teatro Goldoni
Il pianista Nicolò Cafaro stasera alle 21 aprirà la stagione sinfonica del Teatro Goldoni
Il pianista Nicolò Cafaro stasera alle 21 aprirà la stagione sinfonica del Teatro Goldoni

Sarà il ventiduenne pianista Nicolò Cafaro ad aprire il prossimo appuntamento della stagione sinfonica del Teatro Goldoni in programma stasera alle 21. L’artista catanese, che vanta già oltre 50 esibizioni per prestigiose istituzioni concertistiche dopo aver tenuto il suo primo recital a soli 12 anni, sarà solista nello splendido Concerto n.3 per piano e orchestra op. 37 di Ludwig van Beethoven, un’opera in cui emerge appieno lo stile poetico e al contempo giocoso del genio beethoveniano. Eseguito per la prima volta al Teatro di Vienna il 5 aprile 1803 con lo stesso compositore alla tastiera, il Concerto n.3 ebbe la forza di aprire un nuovo e fecondissimo secolo di musica nel segno della novità. Partendo dalla struttura del concerto classico caro a Mozart e Haydn, in quest’opera Beethoven fu capace di innovare nel segno della ricchezza inventiva le possibilità offerte dallo strumento, sviluppando un dialogo serrato tra solista ed orchestra, tale da condurre l’ascoltatore ad un’autentica percezione di quanto potesse divenire profonda ed intima l’intesa tra pianoforte ed orchestra. Un’esperienza che si rinnova ad ogni ascolto, incontrando quel successo che ne ha fatto per tutto l’Ottocento il concerto pianistico beethoveniano più eseguito. Sul podio dell’Orchestra del Teatro Goldoni l’affermato direttore belga Eric Lederhandler, direttore associato della compagine orchestrale e di scena nei più importanti teatri e sale da concerto internazionali. Sarà lui a proporre nella seconda parte del programma, la Sinfonia n.2 op. 55 del musicista francese Camille Saint-Saëns, enfant prodige al pari di Mozart e Mendelssohn, che la compose a soli 24 anni; si tratta di una partitura godibilissima con pagine ora pervase da un delicato lirismo, ora allegre e tumultuose, fino alla danza in stile tarantella che conduce al serrato finale. Biglietti disponibili presso il botteghino del Goldoni il martedì e giovedì ore 1013, mercoledì, venerdì e sabato ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?