Quotidiano Nazionale logo
15 mar 2022

Il triangolo dei rifiuti Discarica a cielo aperto

Una vergogna nell’area tra via Mentana, piazza Venti Settembre e via dei Mulini

Rifiuti abbandonati da cittadini incivili ai piedi dei cassonetti proprio nel cuore della città
Rifiuti abbandonati da cittadini incivili ai piedi dei cassonetti proprio nel cuore della città
Rifiuti abbandonati da cittadini incivili ai piedi dei cassonetti proprio nel cuore della città

C’e una zona di Livorno bersagliata dall’abbandono illegale dei rifiuti intorno alle batterie dei cassonetti: è quella racchiusa tra via Mentana, piazza XX Settembre e via dei Mulini. Non passa giorno che non arrivi all’indirizzo mail di Aamps ([email protected]) la segnalazione di ingombranti, sacchi con i rifiuti e cassonetti lato via Gazzarrini stracolmi di immondizie di ogni genere assolutamente non differenziate. I cassonetti che nell’era Cinque Stelle erano a chiusura elettronica, ormai sono perennemente aperti. Nonostante questo il malcostume di lasciare a terra i sacchetti persiste tenacemente. Oltre a questo, chi sgombera casa dal vecchio mobilio, lo accatastata intorno ai cassonetti senza distinzione di luogo tra quelli sopra indicati. Tutto ciò non fa che accrescere lo stato di degrado urbano e ambientale del quartiere. In piazza XX i sacchi lasciati a terra come accade di solito, sono bersagliato da piccioni e gabbiani che banchettano con il contenuto sparpagliato al suolo. Lo spettacolo come mostra l’immagine è indecoroso. Tanto più perché piazza XX che se ne dica è una piazza del centro storico ed è molto frequentata dalle famiglie con i bambini. Lasciare che i rifiuti siano alla mercé di piccioni e gabbiani potrebbe forse essere una forma innovativa di riciclo e recupero dei rifiuti in questa area che fa parte del ‘centro allargato’, ma ci pare poco adeguata.

La batteria di cassonetti di via dei Mulini è uno dei punti preferiti per l’abbandono di ingombranti lasciati a ridosso del muro dietro la chiesa di San Benedetto solitamente di notte, con il favore dell’oscurità e della scarsa illuminazione pubblica della strada proprio in questo punto. Se poi si pensa che probabilmente anche il Comune di Livorno ridurrà l’illuminazione pubblica per risparmiare sul costo esorbitante dell’energia elettrica, c’è da temere una proliferazione delle discariche illegali in giro per la città.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?