Potrebbe attraccare in porto nella prossima settimana, probabilmente il 23 giugno, la nave Costa Victoria. E’ destinata al cantiere Pim, Piombino industrie marittime. Sul tavolo ci sono tre ipotesi, il refitting, la trasformazione in albergo galleggiante da utilizzare in altri porti, la demolizione. La demolizione comunque non verrebbe in ogni caso completata a Piombino in quanto ci sono operazioni che richiedono attrezzature e bacini che San Giorgio al porto, uno dei due soci di Pim, utilizza già a Genova. Ieri c’è stata una riunione operativa in porto per predisporre tutte le operazioni d’attracco, che comunque sono ancora subordinate al via libero definitivo dell’autorità marittima. Stiamo parlando di una nave da crociera che ha una lunghezza di , 252 metri, 75mila tonnellate di stazza, capace di trasportare 2394 passeggeri con 790 membri di equipaggio. La nave è relativamente recente. E’ stata varata nel 1996. Ma era già nel programma di sostituzione e le vicende del covid hanno accelerato la ristruttrazione della flotta. Per Piombino potrebbe essere la prima nave che viene ’trattata’ nel cantiere navale Pim. E’ ancora presto per sapere a che tipo di processo sarà sottoposta l’unità da crociera. Comunque si tratta di un avvio per un nuovo operatore sul porto e rispetto alle banchine vuote è un primo passo. Tra l’altro Pim ha sempre dichiarato di voler impiegare ditte locali per le sue operazioni a Piombino.