Quotidiano Nazionale logo
23 gen 2022

In scena ’La ragazza si chiamava Anna’

Tre appuntamenti per celebrare la Giornata della Memoria. Il Comune di Piombino ha organizzato due eventi che si svolgeranno martedì 25 e giovedì 27 al Metropolitan, andrà in scena lo spettacolo ‘La ragazza si chiamava Anna’, un’opera ispirata alle vicende di Anna Frank. "Il Giorno della Memoria è il momento in cui siamo chiamati a ricordare la Shoah, le leggi razziali e la persecuzione dei cittadini ebrei che subirono la deportazione, la prigionia e la morte – ha detto il sindaco Francesco Ferrari - il valore di questa giornata consiste nel conservare e proteggere la memoria, cosicché non vada perduta e rafforzi la coscienza civica di ognuno". Martedì alle 10.30 in sala consiliare sarà presentato il volume ‘Il dovere della parola’, edito da Pacini Editore nel 2021, scritto da Marina Riccucci e Laura Ricotti. A partire dalle 15, sempre in sala consiliare, si svolgerà il convegno ‘La presenza di comunità ebraiche a Piombino: dal Medioevo al Novecento’. Al dibattito, presieduto dal professor Fabrizio Franceschini, interverranno Mafalda Toniazzi, Dario Filippi, Michela Molitierno e Marina Riccucci, che presenteranno testimonianze, relazioni e ricostruzioni relative alla storia delle famiglie ebree del comprensorio nel corso dei secoli. Per accedere in sala sarà necessario il super green pass.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?