L'ippodromo Caprilli di Livorno
L'ippodromo Caprilli di Livorno

Livorno, 21 maggio 2021 - Il 4 giugno alle 9.30 si terrà l’asta pubblica con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, per la concessione per 12 mesi del complesso “Ippodromo Caprilli”. Il bando elaborato dagli uffici del Comune di Livorno è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale. Canone annuo a base d’asta 80.400,00 euro oltre iva. L’ippodromo dovrà essere utilizzato per le riunioni di corse al galoppo, per attività di bar/ristorazione negli appositi locali realizzati entro il recinto del complesso immobiliare, per la fruizione del verde da parte della cittadinanza. Potranno inoltre essere svolte all’interno del medesimo complesso iniziative legate al divertimento, alla cultura, allo spettacolo, al tempo libero, allo sport, nonché attività di interesse pubblico.

Tra i requisiti: aver gestito con funzione direttivo-organizzative attività inerenti il settore ippico, sportivo legato all’equitazione o di allevamento equino almeno negli ultimi tre anni. In caso di Ati il requisito deve essere posseduto almeno da una delle imprese che la costituisce; fatturato globale per esercizio di gestione di attività inerenti il settore ippico o sportivo legato all’equitazione o di allevamento equino, realizzato negli ultimi tre esercizi chiusi, per un importo complessivo di almeno 3 milioni di euro.

Gli addetti ai lavori sono sul piede di guerra: difficile trovare una realtà che, vista la situazione dell’ippica in Italia negli ultimi anni, possa vantare 3 milioni di euro. I requisiti sembrano dunque allontanare un possibile interesse. Il bando, così confezionato, rischia di andare deserto. Peccato.