Quotidiano Nazionale logo
8 mar 2022

Jsw smonta i pezzi della fabbrica

Piombino, oggi vertice dei sindacati dal prefetto: "Vogliamo subito un incontro chiarificatore al ministero"

Macchinari smontati e caricati su nave
Macchinari smontati e caricati su nave
Macchinari smontati e caricati su nave

Jsw, sindacati oggi dal prefetto e poi dal sindaco. E mentre le organizzazioni sindacali stanno procedendo con il percorso intrapreso, per denunciare ancora una volta il silenzio sulla vicenda Jsw, e mentre resta confermata dalla stessa proprietà indiana per voce del presidente Bubbar e del vicepresidente Carrai, che la ‘Due Diligence’ è praticamente terminata con distanze di valutazione del valore dello stabilimento che difficilmente permetteranno di raggiungere un accordo tra le parti, lo stabilimento viene smantellato piano piano. È infatti in partenza per l’India un’altra nave carica di rottame e di pezzi dell’altorno. Uno smantellamento che i sindacati hanno denunciato da tempo, perché non concordato e soprattutto impoverisce lo stabilimetno proprio quando è in corso la due diligence. Stamani le segreterie Fim, Fiom e Uilm ed i Coordinatori Rsu saranno ricevuti a Livorno dal prefetto. "Chiederemo al rappresentante del Governo sulla provincia livornese di intervenire urgentemente con il Ministero per ottenere quella convocazione che ci era stata garantita dai professor Annibaletti e D’Addona al termine del percorso di Due Diligence tra la proprietà indiana Jsw ed Invitalia. Riteniamo che debba essere il Ministero ed Invitalia ad aggiornare i rappresentanti dei lavoratori e le organizzazioni sindacali per indicare quali saranno le prossime mosse del Governo per salvaguardare il polo siderurgico piombinese, da loro stessi sempre definito strategico. Un incontro che permetterà di capire anche se vengono confermate dal Ministero le voci di un interesse per la ex Lucchini di altri gruppi siderurgici italiani". Oggi pomeriggio invece la delegazione sindacale sarà ricevuta dal sindaco di Piombino. "Al sindaco chiederemo di assumere un ruolo ben più incisivo in questa vertenza che è determinante per il futuro del nostro territorio. Riteniamo che chi amministra questo territorio e chi amministra la Regione Toscana, debbano finalmente decidersi a schierarsi con forza al fianco delle organizzazioni sindacali". ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?