Quotidiano Nazionale logo
11 feb 2022

’La parola alle opere’ Visite guidate

Appuntamento domenica al Museo della Città. Alla scoperta di aspetti inediti legati alla mostra

Domenica 13 febbraio alle 17 al museo della Città di Livorno visite guidate alla mostra ’Magazzini generali’
Domenica 13 febbraio alle 17 al museo della Città di Livorno visite guidate alla mostra ’Magazzini generali’
Domenica 13 febbraio alle 17 al museo della Città di Livorno visite guidate alla mostra ’Magazzini generali’

Domenica 13 febbraio alle 17 al Museo della Città di Livorno (piazza Luogo Pio) è previsto l’ultimo appuntamento dell’iniziativa “La parola alle opere”: una serie di visite guidate pensate per raccontare ed approfondire nuovi ed inediti aspetti legati alle opere della mostra “Magazzini generali. Le collezioni livornesi dai depositi al Museo”. In questa occasione le cooperative Itinera ed Agave, in collaborazione con il Comune di Livorno, presentano un nuovo percorso guidato dal titolo “Dal racconto al dipinto: cronache, aneddoti e favole” che si snoderà all’interno della mostra arricchito dalla breve lettura di cronache, poesie e racconti, che illustrano e narrano frammenti della nostra memoria. I testi, legati ai soggetti delle opere esposte saranno tratti da vecchi giornali locali, libri, raccolte di poesie: da non perdere domenica la lettura tratta dal libro “Fantasia” di Bruno Munari, ed i coloriti sonetti di Cangillo in vernacolo livornese. La durata della visita guidata è di circa un’ora ed il costo, aggiuntivo sul biglietto, è di 2 euro a persona. Prenotazione anticipata consigliata, posti limitati nel rispetto delle norme di sicurezza legate all’emergenza sanitaria attualmente in corso. Accesso consentito con super green pass dai 12 anni in su, in ottemperanza al decreto-legge n.221 del 24 dicembre 2021. Per informazioni e prenotazioni:segreteria Museo della Città. telefono 0586.824551, e-mail [email protected] La mostra ’Magazzini generali’ è visitabile fino al 27 febbraio. Oltre 90 “mai visti” delle collezioni civiche livornesi, ovvero opere e oggetti d’arte, antichi e moderni, che da molti anni erano “nascosti” nei depositi museali. Un’occasione imperdibile per ammirare dipinti su tela o su tavola, sculture, stampe, disegni, fotografie, oggetti, solitamente visibili solo agli addetti ai lavori, molti non meno importanti di quelli esposti abitualmente, tutti comunque con una loro storia da raccontare. La mostra, promossa dal Comune di Livorno, nasce da un’opportunità offerta dal lockdown, ovvero quella ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?