Un sopralluogo davanti all’abitazione
Un sopralluogo davanti all’abitazione
Restano gravi le condizioni di Lucia Saso, 61 anni, la donna accoltella dal marito Francesco Spataro 65 anni, ora detenuto nel carcere le Sughere a Livorno per tentato omicidio. Lucia Saso è sempre in rianimazione all’ospedale di Cecina. La coppia (entrambi sono siciliani, ma da anni residenti a Marina di Cecina)...

Restano gravi le condizioni di Lucia Saso, 61 anni, la donna accoltella dal marito Francesco Spataro 65 anni, ora detenuto nel carcere le Sughere a Livorno per tentato omicidio. Lucia Saso è sempre in rianimazione all’ospedale di Cecina. La coppia (entrambi sono siciliani, ma da anni residenti a Marina di Cecina) si è separata un mese fa. L’uomo non voleva farsene una ragione, perciò la mattina del 19 luglio si è recato a Marina di Cecina in via Ginori dove si trova l’abitazione di famiglia nella quale ora vive Lucia Saso. Ha aspettato che rientrasse dalla passeggiata con i cani per affrontarla. Prima la lite, poi l’uomo si è avventato sulla donna colpendola con schiaffi e pugni fino a farla cadere a terra. Allora ha estratto il coltello pugnalandola all’addome. Nel ferirla le ha perforato l’intestino. Non è servito a nulla purtroppo il tentativo della vicina di Lucia di difenderla dalla furia del marito, che subito dopo è fuggito brandendo sempre il coltello insanguinato. Sul posto sono accorsi i soccorritori del 118 e i carabinieri della Compagnia di Cecina che hanno raggiunto e arrestato il fuggitivo nella sua abitazione presa in affitto a Cecina dopo la separazione. Lì i militari dell’Arma hanno trovato un biglietto sul quale l’uomo aveva scritto i suoi propositi contro la moglie e la volontà di suicidarsi. Sempre i carabinieri stanno approfondendo le indagini su questo tentato omicidio perché la vittima, pochi giorni prima l’aggressione, aveva presentato una denuncia contro il marito per maltrattamenti al commissariato di polizia perché l’aveva minacciata. Monica Dolciotti