Oltre 5 milioni e mezzo di euro per incentivare l’occupazione dei giovani e dei soggetti più deboli e a maggior rischio di esclusione dal mercato del lavoro. E’ quanto prevede l’Avviso pubblico approvato dalla Regionale Toscana che destina contributi ai datori di lavoro privati. L’Avviso mette a disposizione contributi a...

Oltre 5 milioni e mezzo di euro per incentivare l’occupazione dei giovani e dei soggetti più deboli e a maggior rischio di esclusione dal mercato del lavoro. E’ quanto prevede l’Avviso pubblico approvato dalla Regionale Toscana che destina contributi ai datori di lavoro privati. L’Avviso mette a disposizione contributi a imprese e liberi professionisti per favorire l’occupazione di donne disoccupate over30, di lavoratori licenziati, di lavoratori interessati da licenziamenti collegati a crisi aziendali di particolare rilevanza, disoccupati over55, persone con disabilità e dsoggetti svantaggiati, di giovani laureati con dottorato di ricerca. "Un’opportunità si riapre per le imprese livornesi e per l’occupazione della nostra città – dichiara l’assessore allo sviluppo economico Gianfranco Simoncini (in foto) – il bando regionale destina 5 milioni e 600mila euro per incentivare le assunzioni di giovani e dei soggetti più deboli del mercato del lavoro. Una parte significativa di questi fondi sono dedicati alle aree di crisi regionali. Livorno ha già usufruito di questi incentivi per 560 assunzioni dal 2015". Scadenza e presentazione domanda. Il bando ha validità fino al 15 gennaio, salvo chiusura anticipata per esaurimento delle risorse. E’ possibile presentare domanda di contributo dalle 9 del 18 giugno fino al 15 gennaio. Il datore di lavoro deve presentare domanda on line all’indirizzo https:web.regione.toscana.itfse3 tramite l’applicazione “Formulario incentivi alle imprese”, previa registrazione al Sistema Informativo FSE. Le domande di contributo presentate con modalità diverse da quella descritte non saranno ammesse a finanziamento.