Quotidiano Nazionale logo
8 mar 2022

Limoncino, i camion non passano

Livorno, i frontisti parcheggiano le auto sul ciglio della strada e i tir pieni di rifiuti devono arretrare

Braccio di ferro tra i frontisti e l’azienda Bellabarba (Foto Novi)
Braccio di ferro tra i frontisti e l’azienda Bellabarba (Foto Novi)

Livorno, 9 marzo 2022 - Era nell’aria. Con la riattivazione della discarica di Monte La Poggia e il transito già di un centinaia di camion carichi di rifiuti in via del Limoncino, il Comitato contro la discarica, mobilitatosi dal 14 febbraio, ha deciso di passare all’azione. Così ieri mattina all’alba sfidando un freddo polare, un drappello di ardimentosi, ai quali sono venuti a dare manforte attivisti ambientalisti, hanno impedito l’imgresso in via del Limoncino ai tir con il loro carico di rifiuti. Mostrando un cartello con lo slogan ’Una vera economia pulita è possibile’ i coraggiosi cittadini del Comitato contro la discarica si sono messi davanti al bivio per via del Limoncino impedendo di fatto il passaggio dei camion.

"Tutto si è svolto pacificamente – ha spiegato Riccardo Mazzoncini del Comitato contro la discarica – non abbiamo impedito il passaggio di auto e furgoni. Anche i Bellabarba sono passati. Ma i camion con i rifiuti li abbiamo mandati indietro. Gli abbiamo impedito di entrare in via del Limoncino quando sono arrivati da via della Valle Benedetta". "Siamo qui per far rispettare diritti che nessuno sta facendo rispettare. – ha proseguito Mazzoncini – Dopo una decina di giorni nei quali c’è stato in via del Limoncino l’illegittimo transito dei camion diretti alla discarica, abbiamo dovuto fare ricorso di nuovo agli strumenti di una volta, ovvero arrangiarci come possiamo per salvaguardare i diritti violati. Ci siamo riuniti questa mattina (ieri, ndr) per impedire che ancora una volta le sentenze dei giudici che hanno dato ragione a noi e la legalità venissero di nuovo calpestate dalla prepotenza e dall’arroganza di chi pensa di essere dalla parte del giusto pur non essendolo".

Il Comitato che ritiene "di essere impegnano in questa battaglia da sol"" non molla. Anzi rilancia: "Anche domani (oggi, ndr) saremo di nuovo qui già dalla notte per impedire ai camion di arrivare alla discarica – ha annunciato Mazzoncini – lo faremo anche nei prossimi giorni per salvaguardare la legalità in questa città". Dopo l’azione ‘di disturbo’ sono arrivate le forze dell’ordine che insolitamente ieri mattina alle 5, orario di arrivo dei camion, non c’erano. "Ci hanno identificati tutti – ha raccontato Mazzoncini – e noi non ci siamo certo sottratti. Perché noi siamo dalla parte della legalità". Intanto è stata già notificata la diffida a non far passare i camion che il legale del Comitato ha disposto nei confronti dei proprietari della discarica (famiglia Bellabarba) e del gestore dell’impianto (ditta Livrea). Inoltre è stato inviato anche un secondo esposto diretto a Prefetto, Questore e Sindaco.

Monica Dolciotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?