Quotidiano Nazionale logo
27 gen 2022

Lippi: "Venite con noi ad Auschwitz"

Il sindaco di Cecina invita le due ragazze che hanno aggredito il bambino ebreo al viaggio degli studenti in visita ai campi nazisti

Gli ebrei che lavoravano nei campi di concentramento
Gli ebrei che lavoravano nei campi di concentramento
Gli ebrei che lavoravano nei campi di concentramento

"Organizzeremo presto un viaggio ad Auschwitz per portare i nostri ragazzi delle scuole superiori a visitare uno dei campi di sterminio che è diventato un monito per tutti. E in quella occasione invitiamo a partecipare anche le due ragazzine che hannousato parole pesanti contro un bambino ebreo". Questo l’invito del sindaco di Cecina Samuele Lippi che ha diffuso un videomessaggio. "E’ importante mantenere vivo il ricordo e la testimonianza di ciò che è stato. La visita ai campi di concentramento – ha spiegato Lippi – è una lezione fondamentale per capire, quando si vedono quelle baracche, quei forni, quei reticolati entra il freddo nelle ossa e un brivido percorre la schiena. Dobbiamo continuare a ricordare e trasmettere il messaggio ai giovani". E su questo è intervenuto anche il presidente della regione Eugenio Giani. "E’fondamentale la diffusione di una cultura della memoria, che diventa elemento fondante della base dei valori sui quali la nostra regione ha sempre ispirato il suo profilo di tolleranza, libertà, di rispetto della vita e del pensiero di ogni donna e di ogni uomo". "Ci richiederà atti concreti- ammette- per poter sgomberare ogni dubbio su quanto facciamo sul piano della cultura della memoria, soprattutto di educazione fra i giovani". Pertanto, sottolinea, "ritengo che sia molto importante dire fin da ora che dal 2023 deve ripartire quella iniziativa che è stata caratteristica della Toscana, ovvero il treno della memoria che ogni due anni ci porta a vedere insieme agli studenti quelli che sono stati i luoghi in cui si è consumata la tragedia della Shoah". Un abbraccio al bambino aggredito e alla sua famiglia. Stasera la comunità di Venturina Terme con una fiaccolata cercherà di non far sentire solo un bambino di 12 anni che domenica scorsa è stato offeso "Stai zitto ebreo, devi stare nei forni" e preso ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?