Alcuni esercenti
Alcuni esercenti

Livorno, 20 novembre 2020 - Il Comune ha deciso di stanziare 200 mila euro per abbellire la città con luminarie natalizie. Lo ha annunciato il sindaco Salvetti. "Pensiamo così di aiutare il settore commerciale per le festività sostenendo i costi per le illuminazioni natalizie, fatta salva la disponibilità dei singoli di pagare un contributo volontario". Un’operazione meritoria che i negozianti per primi hanno apprezzato, ma in parecchi sono rimasti spiazzati soprattutto chi si era già organizzato per conto proprio, con sacrificio. "Ringraziamo l’amministrazione comunale per questo sforzo – dichiara Matteo Martinelli del negozio Martinelli di via Marradi – perché è la prima volta che viene fatta una cosa del genere. Però la rappresentante della ditta Mixar incaricata dell’installazione venti giorni fa ha concordato con noi negozianti di via Marradi il pagamento per la luminaria senza che si sapesse di questo intervento del Comune". Lo hanno confermato anche Daniele Biondi del Biondi Caffè e Paola Barsotti del negozio Studio Erreuno. Alessandro Polese del Caffè Ricasoli ha pagato un acconto di 20euro alla Mixar una decina di giorni fa. Era il 24 ottobre per la luminaria qui in via Ricasoli. Non sapevo che il Comune volesse finanziare quest’anno le luci natalizie. Ben venga se lo fa. Ma sarebbe necessario anche potenziare l’illuminazione pubblica perche qui la sera è buio". Silvia Bonelli ha una tabaccheria di via Cairoli, per anni strada rimasta al buio per le festività del Natale: "Lavoro qui da dieci anni e, eccetto un anno, non sono mai state montate le luminarie. È venuta quest’anno la rappresentante della ditta Mixar. Ci ha fatto il preventivo qualche settimana fa, non tutti hanno dato la disponibilità a pagare visivi tempi che corrono. Non sapevamo dell’iniziatova del Comune per finanziare gli addobbi natalizi. Così in un primo momento ho dato un acconto, poi però ci ho ripensto e me lo sono fatto rendere perché c’erano poche adesioni". Patrizia Bacci titolare del Carolina Caffè guarda la situazione con spirito pragmatico: "Ho pagato il 13 novembre circa 70 euro, la mia quota per la luminaria. L’addetta alla riscossione di Mixar non ha riferito dei probabili contributi del Comune per le illuminazioni natalizie. Ho comunque speso poco. Non chiederò la restituzione di questi soldi. Mi sta bene così".
Monica Dolciotti