Quotidiano Nazionale logo
30 gen 2022

"Malati oncologici costretti a pagare la Tac Scaduta la convenzione dell’Asl e non rinnovata"

"E’ realtà di questi giorni che molti malati oncologici, recatisi ad una struttura sanitaria convenzionata per effettuare una Tac oncologica, si sono visti presentare la parcella perchè la convenzione è scaduta e non è stata ancora rinnovata. Quindi la scelta è pagare oppure effettuare la Tac nel più vicino ospedale disponibile, sempre fuori Elba, con aggravio di costi e dispendio fisico" A denunciarlo è il Comitato Elba salute che punta il dito anche contro altre carenze della sanità elbana. "L’ascensore esterno dell’ospedale, pochi giorni dopo l’ultima riparazione - spiega il portavoce Francesco Semeraro - è ancora una volta guasto. E le guardie mediche? Non esistono. Il sindaco di Piombino ha fatto una guerra santa per riaverle. Agli elbani, come palliativo, viene concessa la possibilità di rivolgersi a due medici di famiglia che, per ovvi motivi, la notte, nei prefestivi e festivi non effettuano servizio. Però è stato attivato il medico oltre mare che ti visita virtualmente e ti inonda di certificati e ricette.. Si è smarrito sul porto l’ematologo che doveva prendere servizio all’Elba a metà dicembre 2021. Si diceva che sarebbero arrivati i medici al pronto soccorso, ma forse solo uno, dei sei promessi sarà stanziale. E l’assenza del medico legale? Cari sindaci è ricominciato il girotondo delle promesse. Sia rispettato il crono programma che la stessa Asl e Regione hanno stabilito".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?