Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
Quotidiano Nazionale logo
il Telegrafo Livorno logo
28 mag 2022

Malori, attenzione alla miocardite: "Possibili conseguenze dopo il covid"

Livorno, tanti casi mortali nelle ultime due settimane. Il cardiologo Marabotti: "Prudenza per chi ha avuto il coronavirus"

28 mag 2022
luca filippi
Cronaca

Livorno, 29 maggio 2022 - Nelle ultime due settimane, la zona livornese è stata contrassegnata, con un ritmo quasi quotidiano, da malori mortali. La direttrice dell’archivio di Stato di Firenze morta dopo un’immersione davanti al Romito, il presidente dell’Arci di Prato che ha perso la vita mentre era in bicicletta a Rosignano, tre turisti stranieri deceduti all’Elba mentre facevano attività all’aperto, l’uomo stroncato da un attacco cardiaco mentre giocava a calcetto a Livorno, un altro uomo trovato senza vita in spiaggia.

Ma che cosa succede? E’ chiaro che sulla nostra costa l’afflusso turistico è un elemento che ’distorce’ la realtà: i casi sono molti, ma se togliamo le persone in vacanza, il numero dei malori di residenti non è tale da destare allarme. Tuttavia anche in rapporto al passato, queste settimane di maggio sono state molto pesanti. Tanti i malori di cinquantenni. Ne parliamo con il dottor Claudio Marabotti, cardiologo dell’ospedale di Cecina.

Che cosa si può dire rispetto a questi casi?

"Abbiamo avuto purtroppo diversi eventi mortali – spiega Marabotti – ma il breve lasso di tempo e i numeri comunque relativamente bassi non ci permettono di sviluppare un ragionamento statistico. Anche perché molte persone decedute non sono residenti qui".

La ripresa delle attività sportive dopo le soste forzate covid può essere un elemento da considerare?

"Certamente, in questi due anni nella media abbiamo preso peso e diminuito gli allenamenti, ma non è il solo elemento".

Il covid che effetti può avere sul cuore?

"Chi ha avuto il covid, anche in forna leggera, rischia una miocardite. Per questo è bene non fare attività sportiva nei primi due mesi dopo la guarigione perché non ci sono sintomi, ma ci possono essere problemi e rischi con aritimie. Normalmente il rischio miocardite si esaurisce nell’arco di due mesi. Quindi si può sicuramente camminare, ma è bene non fare sforzi fisici importanti subito dopo il covid".

Un consiglio?

"I controlli sono utili per tutti e chi fa attività sportiva lo sa. In ogni caso, specialmente dopo i 50 anni anche per attività sportive amatoriali, è importante controllare il proprio stato di salute con visite ed esami periodici".

 

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?