Montescudaio comune per l'Europa
Montescudaio comune per l'Europa

Montescudaio (Pisa), 5 aprile 2019 - Domenica 7 aprile, alle strutture sportive della frazione di Fiorino a Montescudaio verrà proiettato in anteprima il film-documentario Debating Xenìa, che ripercorre le tappe di realizzazione del progetto finalizzato dal titolo omonimo, finanziato dall'Unione Europea attraverso il bando "Europa per i cittadini", dove il comune di Montescudaio è risultato primo tra oltre 200 progetti in gara.

Debating Xenìa (Riflessioni sull’ospitalità) realizza la volontà del comune di Montescudaio di coinvolgere comunità europee simili ma distanti in un discorso comune sull’accoglienza e l’integrazione degli stranieri immigrati, al fine di combattere la loro stigmatizzazione e costruire una narrazione diversa nei fatti, per incoraggiare nei cittadini il dialogo e la comprensione reciproca.

Il progetto, nato da una brillante intuizione del professor Rico del Viva e sviluppato poi dal team Europe for Citizens e dal talento di Roberto Ciompi, ha previsto la realizzazione di una cooperazione internazionale di 4 nazioni europee e un encomio del presidente della regione toscana Enrico Rossi.

Il film documentario è stato realizzato dal giovane regista Mattia Mura – nato nel comune delle colline pisane – che ha così inteso rafforzare il legame col suo territorio attraverso la sua attività professionale. Nel progetto sono state coinvolte le tre comunità europee di Eberstadt (Germania), Orebic (Croazia) e Evrotas (Grecia), le cui delegazioni hanno partecipato all’evento collettivo del progetto svoltosi a Montescudaio nel corso del primo fine settimana di marzo.

Oltre cento persone provenienti dalle varie comunità hanno partecipato ad una due giorni di discussione e reciproca conoscenza.Il filmato è stato realizzato nelle quattro città ed ha coinvolto strati della popolazione locale, alla scoperta del “come” venga realizzata l’accoglienza e la integrazione dei nuovi venuti, con interviste a soggetti istituzionali, cittadini e professionisti, tutti coinvolti in varia misura nelle dinamiche della integrazione sociale. Include inoltre una delle più recenti visite all'Isola di Lesbo e la situazione dei richiedenti asilo ai confini dell'Europa.

Debating Xenìa rappresenta perciò un contributo fattivo alla costruzione dell’Europa da parte di una comunità piccola ma coesa ed accomunata dai valori di solidarietà e condivisione, due degli stessi valori sui quali si basa la futura Unione Europea. L'evento inizierà alle 20 con una cena etnica realizzata dallo chef Giovanni Riccucci e gli allievi del corso di cucina a cura di Arci Solidarietà. È possibile prenotarsi tramite la pagina facebook "Debating Xenía".

 

 

Viola Conti