Livorno, 21 maggio 2020 - Una violenta lite con i vigili urbani finita in un video diventato virale. E lo sfogo dell'esercente di fronte alla multa della Municipale per un'eccessiva occupazione di suolo pubblico finisce sui social. Nel pomeriggio l'incontro con il sindaco con tanto di conferenza stampa.

E gli animi si acquietano. Ma certo è stata una mattinata di tensione quella di giovedì sul lato mare della Baracchina Rossa, storico ritrovo di tanti livornesi, locale affacciato sul litorale. I vigili urbani si sono presentati dai gestori per notificare una multa per eccessiva occupazione di suolo pubblico.

Si tratta di suolo che, secondo gli accordi con il Comune dopo l'emergenza coronavirus, poteva essere occupato dalla Baracchina con tavoli e ombrelloni. Ma, e qui è scattato l'equivoco: poteva essere occupato dal primo giugno, non da subito. Uno dei gestori, che già aveva allestito la porzione di terreno con arredi vari, è andato su tutte le furie vedendo il verbale da 170 euro. "Non ci è arrivato un soldo in questi mesi e adesso veniamo multati?". 

Gli animi si scaldano, lo sfogo del commerciante è particolarmente violento. Con un calcio abbatte uno dei porta menu in legno nei pressi dell'entrata. Poi la lite con i vigili urbani prosegue. Qualcuno filma tutto e posta sui social. In breve il filmato fa il giro della città ma non solo. Finisce su vari gruppi di opinione su Facebook e diventa di portata nazionale. 

Nel pomeriggio gli animi si calmano. I gestori della Baracchina Rossa vengono ricevuti dal sindaco Salvetti, che a fianco a loro si presenta in conferenza stampa. La multa, fa capire il primo cittadino, viene cancellata. "Farò qualche colazione in più in Baracchina come risarcimento", sorride Salvetti.

"A parte gli scherzi - prosegue il sindaco - i vigili urbani si sono comportati e si stanno comportando benissimo. Voglio far capire che la concessione di suolo pubblico agli esercenti che ne fanno richiesta non significa anarchia. La Baracchina Rossa ha un bellissimo progetto sui terreni intorno alla struttura. Ma non è che tutti possono fare ciò che vogliono e mettere tavolini ovunque, altrimenti è l'anarchia".

Servono regole insomma e i vigili urbani devono vigilare affinché tutto si svolga nella norma. "Mi scuso per il violento sfogo - dice Samuel, il titolare protagonista del video - C'è molto nervosismo in questo periodo, come è normale che sia dopo il lungo stop e le difficoltà. Credevamo di essere in regola. E' stato un colpo di testa". 

f.m.