Quotidiano Nazionale logo
13 mag 2022

Nasce il monastero voluto da Battiato

Firmata la convenzione tra il Comune di Santa Luce e l’istituto buddista Lama Tzong Khapa

Il maestro Franco Battiato, scomparso proprio un anno fa, si adoperò per la costruzione del monastero buddista di Pomaia, nel comune di Santa Luce. Ora l’iter di attuazione è giunto alle battute finali e l’opera voluta anche da Battiato, che aveva scritto una lettera all’amministrazione comunale, sta per iniziare. E’ stata infatti firmata la convenzione tra il Comune di Santa Luce e l’associazione dei monaci e delle monache Sangha Onlus che conclude l’iter burocratico, avviato nel 2004, che di fatto autorizza il permesso a costruire del primo monastero buddhista, nelle colline del comune di Santa Luce a Pomaia.

Il monastero, che sarà costruito sulla roccia proprio come i monasteri del Tibet, ha lo scopo di fornire ospitalità a circa cento fra monaci e monache, recuperando, con la realizzazione del Parco della Contemplazione, un’area di grande bellezza che ha subito il trauma ambientale dell’escavazione. Il progetto prevede un’architettura ecologica e sostenibile in armonia con il territorio circostante.

"Siamo felici" ha detto Massimo Stordi presidente dell’Associazione Sangha Onlus "ringraziamo l’Amministrazione comunale per l’impegno. Ora inizia la seconda fase, che coincide con la raccolta fondi e le ulteriori progettazioni. La sinergia virtuosa tra il Comune, la Provincia di Pisa, la Regione Toscana e Sangha Onlus porterà alla realizzazione di questa opera che sarà al servizio e per il beneficio di tutti gli esseri". E ancora "A pochi passi dall’Istituto Lama Tzong Khapa che rappresenterà per il Monastero sempre un punto di riferimento per approfondire lo studio e la meditazione attraverso i suoi programmi di studio e attività".

Il sindaco, Giamila Carli, ha sottolineato che "si tratta di un’importante tappa verso la realizzazione del Parco della Contemplazione e della Pace, del tempio e delle opere che completeranno le strutture monastiche. È il compimento di un lavoro iniziato nel 2017, con il piano operativo approvato nel 2019 e completato dal piano attuativo del 2021. Prossimo adempimento: il rilascio della concessione edilizia". Una firma attesa da tanto tempo, 18 anni per l’esattezza. Di questo luogo di meditazione e preghiera, benedetto da Sua Santità il Dalai Lama nel 2014, ne beneficeranno tutti, buddhisti e non, perché integrando modi semplici di vivere con amorevole gentilezza, compassione e saggezza, verrà dato un concreto contributo a un mondo di pace. Per avere maggiori informazioni, visita il sito del monastero: https:monasterobuddhista.it

L. F.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?