Livorno, 7 agosto 2020 - Esplosione in un negozio gestito da cinesi in via Garibaldi. Mattinata di paura a Livorno per un episodio che si somma a quelli avvenuti nelle scorse settimane, con gli spari contro un alimentari gestito da bengalesi e quelli contro il circolo Arci di Shangai, episodi per i quali un 65enne è stato arrestato dalla polizia.

Stavolta l'episodio appare molto grave se fosse confermato, anche perché è accaduto in pieno giorno. Secondo diversi testimoni una persona, a metà mattina, si è avvicinata al negozio "Il Mercatino" di proprietà orientale e ha lanciato quello che sembra un rudimentale ordigno. In un attimo l'esplosione, che ha mandato in frantumi i vetri.

La persona sarebbe poi scappata a piedi. Immediati i soccorsi anche perché in molti in via Garibaldi hanno sentito lo scoppio. Due persone dentro il negozio sono rimaste intossicate. "Qualcuno ha lanciato dentro un ordigno o comunque una scatola, poi l'esplosione", sono le parole dei testimoni, ovvero di chi in quel momento era in strada. Sono intervenuti il 118 con le ambulanze della Svs, i vigili del fuoco del comando di Livorno e la polizia.