Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

Nel mirino dei ladri indumenti e rame

Ha rubato indumenti per un valore di oltre 700 euro, perciò è stato denunciato dalla polizia per tentato furto aggravato un peruviano che, nella giornata di sabato, ha fatto razzia di merce nei negozi Coin, Universo Sport e Decathlon. Gran parte della refurtiva è stata trovata nella sua vettura. Nei guai e agli arresti domiciliari, è finito un albanese, sempre sabato, perché sorpreso a rubare nella ditta di riciclo e smaltimento metalli Bogi Vinicio al Picchiati, dove ha tentato di portare via alcuni chili di oggetti in rame e ottone. Nel primo caso il ladro è stato segnalato alla polizia dal personale addetto alla sicurezza del negozio Decathlon, perché all’uscita aveva fatto scattare il sistema antitaccheggio. Dopo essere stato bloccato, gli addetti alla sicurezza hanno scoperto che indossava scarpe non pagate senza il cartellino. A tradirlo è stata una targhetta rdf dentro le scarpe. Arrivati gli agenti della questura, l’uomo è stato invitato a svuotare una borsa dove c’erano sei pantaloncini dei quali solo uno con il cartellino. Nell’auto c’erano altri capi di abbigliamento per un valore di 700 euro rubati alla Coin all’Attias e Universo Sport in via Roma. L’altro ladro albanese è stato individuato grazie al sistema di videosorveglinanza alla ditta Bogi dove sperava di fare man bassa di rame e ottone. I poliziotti sono intervenuti e hanno sopreso l’uomo già all’esterno, con due sacchi neri pieni di refurtiva. L’uomo è finito agli arresti domiciliari.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?