Un momento della manifestazione (Foto Novi)
Un momento della manifestazione (Foto Novi)

Livorno, 11 luglio 2020 - Sono diverse le sigle che si sono ritrovate a Stagno nel pomeriggio di sabato 11 luglio per dire no al progetto regionale di gassificatore all'interno dell'impianto Eni di Livorno. Un progetto che farebbe confluire precise categorie di rifiuti nell'impianto labronico per trasformarle in bio metanolo.

A Livorno arriverebbero plastiche non altrimenti riciclabili e rifiuti indifferenziati. Un progetto che gli ambientalisti di Livorno e Collesalvetti giudicano troppo impattante per la zona. "Un progetto che renderebbe ancora più malsano una zona che ha già grossi problemi dal punto di vista ambientale", dicono le sigle che hanno manifestato e che hanno portato diversi attivisti davanti ai cancelli di Eni.

Un progetto, quello del gassificatore, sostenuto dalla Regione, contro la quale si schierano i comitati: "Non vogiamo diventare il ricettacolo dei rifiuti della Toscana", dicono. Vari i comitati che hanno sostenuto la manifestazione, come Zero Waste Europe e Italy, Mamme No Inceneritore e Medicina Democratica.