La presentazione dell'iniziativa. Al centro, Stella Sorgente (Foto Lanari)
La presentazione dell'iniziativa. Al centro, Stella Sorgente (Foto Lanari)

Livorno, 8 novembre 2018 - «Una questione tutta maschile la violenza contro le donne». Si intitola così il ricco programma di iniziative che la Rete Antiviolenza Città di Livorno, in collaborazione con Comune e associazione Ippogrifo, mette in campo per il mese di novembre con l’obiettivo di sensibilizzare la comunità sulle tematiche e sulle problematiche della violenza maschile contro le donne. A dare il via alle iniziative la mostra fotografica «Silenzio sommerso» – realizzata all’indomani dell’alluvione che ha colpito la città – che crea un ponte ideale tra la violenza sulle donne e la violenza della natura.

«Gli eventi che di anno in anno mettiamo in campo durante il mese antiviolenza, che culmina il 25 novembre con la Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, sono volti a dare un messaggio forte – dice la vicesindaco Stella Sorgente – L’azione della rete e di tutti i soggetti coinvolti è fondamentale e altrettanto importante è formazione ed educazione».

Vanno in questa direzione le numerose iniziative in cartellone per tutto novembre, con le quali verranno affrontate tematiche e problematiche legate alla violenza di genere che non si può definire emergenziale quanto piuttosto strutturale. Questo sarà oggetto di riflessione in vari momenti attraverso seminari, rappresentazioni teatrali, mostre, installazioni e proiezioni di film, eventi rivolti sia agli operatori e ai volontari che operano nel settore, sia al pubblico.

Nel dettaglio verrà analizzato il Protocollo Codice Rosa, firmato dalla Regione, verrà affrontata la tematica della violenza come «questione maschile» (23 novembre) e la ricerca di percorsi di fuoriuscita dai comportamenti violenti. Tra gli eventi in oprogramma anche il V Trofeo Velico «Livorno spiega le vele contro la violenza sulle donne», in collaborazione con il Circolo nautico e la Lega Navale, durante il quale tutte le imbarcazioni saranno ornate con un drappo rosso, in segno di protesta contro la violenza. Informazioni: Centro Donna in largo Strozzi, telefono 0586 890023.