Quotidiano Nazionale logo
20 apr 2022

"Numeri in ripresa Pagamenti super rapidi e servizi garantiti"

Il sindaco di Livorno Luca Salvetti
Il sindaco di Livorno Luca Salvetti
Il sindaco di Livorno Luca Salvetti

Il bilancio consuntivo 2021 del Comune, presentato ieri dal sindaco Luca Salvetti e dall’assessore al bilancio Viola Ferroni, rappresenta lo specchio del secondo anno consecutivo di pandemia nel quale l’amministrazione non solo ha proseguito nell’erogazione dei servizi e sostegno del tessuto sociale ed economico colpito dalle ripercussioni della pandemia, ma ha anche "impresso una accelerazione nei processi strutturali di crescita e sviluppo della città" ha sottolineato il sindaco. Tuttavia la spada di Damocle del caro energia e dell’aumento dei costi per i cantieri dovuto alla crescita dei prezzi delle materie prime, ha già fatto sentire i suoi effetti. "Sfruttando le opportunità dei Pinqua, del nuovo Piano della mobilità urbana sostenibile, con l’avvio del Piano Operativo e la contestuale variante al Piano Strutturale, assumendo personale – ha detto il sindaco – e con la riorganizzazione dei servizi, abbiamo fatto passi in avanti. Abbiamo investito anche sulla macchina comunale, sulle società partecipate e sulla città, progettando, aprendo cantieri e curandone il decoro, iniettando liquidità nel tessuto economico e produttivo". Sul capitolo dei pagamenti "213.720.478,24 euro - ha sottolineato l’assessore Ferroni - erogati in media in tredici giorni, migliorando la performance del 2020 quanto abbiamo pagato entro 16 giorni per un ammontare all’epoca di 185 milioni. Questo significa che il 2021 è stato un anno di ripresa". L’avanzo di bilancio destinato agli investimenti è di 1,8 milioni. "Serviranno al piano per le opere pubbliche" ha precisato la Ferroni. Invece l’avanzo libero di 9,9 milioni di euro "servirà in parte per parare il colpo del caro energia e dell’aumento delle materie prime per i cantieri. - ha annunciato la Ferroni - Si stima che il caro energia costerà al Comune 3 milioni di euro in più. Il caro cantieri si calcola nell’ordine del 37% in più".

La Ferroni ha poi ricordato che "dopo le restrizioni del 2020 per la pandemia, gli interventi su istruzione, sociale, sport e sviluppo economico sono tornati a crescere. L’istruzione siamo passati dai 15,5 milioni nel 2019, ai 3,8 mulini nel 2020 fino al 17,7 milioni nel 2021. Per il sociale: 35 milioni nel 2019, 37,8 milioni nel 2020 fino ai 42,2 nel 2021. Sviluppo economico: da appena 1 milione nel 2019, a 4,9 milioni nel 2020 e 5,4 milioni nel 2021".

Monica Dolciotti

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?