Quotidiano Nazionale logo
13 gen 2022

Nuovo vescovo: "Toscana nel cuore"

Cecina, il varesino Roberto Campiotti nominato da Papa Francesco per la Diocesi di Volterra

E’ salva l’autonomia della Diocesi di Volterra. Monsignor Roberto Campiotti è il nuovo vescovo di Volterra e quindi anche di Cecina che insieme ai Comuni della vallata ricade nel territorio della Diocesi. Il Santo Padre ha accettato la rinuncia al governo pastorale della Diocesi di Volterra presentata da monsignor Alberto Silvani. E Papa Francesco ha nominato Vescovo della Diocesi di Volterra il reverendo Roberto Campiotti, del clero dell’Arcidiocesi Metropolitana di Milano, finora Rettore del Collegio Ecclesiastico Internazionale San Carlo Borromeo a Roma. Viene così scongiurata la ’soppressione’ della Diocesi di Volterra. Si temeva infatti che venisse accorpata con la Diocesi di San Miniato creando una maxi unità territoriale di certo non facile da gestire, anche perché già l’area della curia di Volterra è molto estesa. Il nuovo vescovo è un prelato che ha già una importante carriera ecclesiastica pur essendo abbastanza giovane per il suo nuovo ruolo. "Tutti noi abbiamo una sola ricchezza: Cristo, tutto il resto è secondario, è relativo a lui, ha detto Ccampiotti salutando tutte le persone che hanno finora collaborato con lui e aggiungendo di avere già "uno spazio particolare privilegiato nel mio cuore" per la sua nuova comunità in Toscana. la data dellordinazione episcopale verrà resa nota non appena stabilita. Roberto Campiotti è nato il 31 ottobre 1955 a Varese. Terminato il Liceo Scientifico nel 1974, è entrato nel Seminario Arcivescovile di Milano ed ha ottenuto il Baccalaureato in Teologia nella Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale. Il 16 giugno 1979 è stato ordinato sacerdote ed è stato incardinato nell’Arcidiocesi Metropolitana di Milano, nella quale ha svolto i seguenti incarichi: Insegnante di Religione Cattolica nella Scuola Media Inferiore (1979-1981) e nella Scuola Media Superiore (1981-1995); Vicario Parrocchiale di SS. Filippo e Giacomo di Laveno-Mombello (1979-1990), di S. Francesco di Sales a Milano (1990-1992) e di S. Giulio a Cassano Magnago ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?