Dentisti in una foto d'archivio
Dentisti in una foto d'archivio

Livorno, 13 gennaio 2021 - «Per ora noi medici odontoiatri liberi professionisti siamo in coda alla lista dei medici da vaccinare. Questo nonostante la Regione Toscana sia stata la prima che ha aperto le porte già a dicembre alla vaccinazione anche dei liberi professionisti. Quando andiamo sul portale regionale questo respinge per ora le nostre richieste di prenotazione. Forse si blocca in base alla disponibilità dei vaccini? Pare tuttavia che domani (oggi, ndr) forse il portale potrebbe spalancare le sue porte anche per noi odontoiatri che siamo tra i medici più a rischio contagio di altri". A sollevare la questione è il dottor Marco Teodori presidente della Commissione albo odontoiatri dell’Ordine dei medici provinciale di Livorno nonché tesoriere. Il dottor Teodori ricorda: "Ho fatto una decina di tentativi sul questo portale per prenotare la vaccinazione, ma ogni volta è scattato il blocco. Nelle stesse condizioni si trovano i medici odontoiatri ospedalieri del poliambulatorio a Livorno. Sono specialisti convenzionati classificati alla stregua dei liberi professionisti". I medici odontoiatri intanto vanno avanti con il loro lavoro "seguendo protocolli di sicurezza stringenti. Lo facevamo già in tempi non sospetti prima del Covid. Siamo tra i professionisti che hanno dovuto adottare protocolli rigidi per la peculiarità della nostra professione – sottolinea Teodori – che ci mette a contatto con pazienti che potrebbero essere portatori di epatite, Hiv ed altre malati infettive. L’epidemia non ci ha colti impreparati". Infatti leggendo le statistiche "tra di noi sono pochi i medici risultati positivi al Covid 19. Abbiamo incrementato le cautele e i dispositivi di sicurezza in attesa del nostro turno per il vaccino".
Alle prese con le disfunzioni del portale regionale per le vaccinazioni sono ancora i medici di famiglia e i pediatri pur se inseriti per primi nella campagna vaccinale già a dicembre. Lo conferma il dottor Pasquale Cognetta, presidente dell’Ordine dei medici provinciale di Livorno e rappresentante del sindacato dei medici di medicina generale. Intanto la Regione fa sapere che ieri è arrivata la terza fornitura di 33.500 dosi di vaccino di Pfizer. "Di queste 21.500 sono state messe subito a disposizione per riaprire le agende per le prime somministrazioni, mentre le restanti 12 mila saranno utilizzate per le somministrazioni delle seconde dosi già calendarizzate a partire dal 17 gennaio".
Monica Dolciotti